TimGate
header.weather.state

Oggi 14 agosto 2022 - Aggiornato alle 19:00

ANIMALI18 settembre 2021

Curiosità che forse non conosci sugli squali

di Melissa Viri

Negli oceani esistono numerose specie di squali di ;diverse dimensioni e con differenti abitudini.

Alcune curiosità sulle specie più diffuse di squalo

Al mondo esistono numerose specie di squalo, che si differenziano tra loro per caratteristiche, dimensioni e abitudini. Ad esempio, lo squalo martello è la specie dall'aspetto più distintivo. Infatti presenta un muso dilatato in modo da creare due estremità (dove sono poste le narici), che ricorda un martello. La configurazione del naso rende lo squalo martello lo squalo con il migliore senso dell'olfatto. Le sue prede preferite sono le pastinache, che individua muovendo avanti e indietro la testa per sondare il fondale, quasi come se fosse un sonar. Invece lo squalo volpe possiede una coda di grandi dimensioni che utilizza per raggruppare sardine e sgombri in banchi. In questo modo può catturarli in maniera più facile. Un altro aspetto inconsueto caratterizza lo squalo zebra: gli esemplari giovani sono striati e crescendo diventano chiazzati.

 

 

Le caratteristiche fisiche degli squali: curiosità

Un terzo del cervello degli squali supervisiona il senso dell'olfatto. Per questo motivo riescono a percepire una parte di sangue in 100 milioni di parti d'acqua, ossia individuano l'odore del sangue persino a una distanza di un chilometro. La natura predatrice degli squali li spinge verso pesci feriti oppure malati, proprio seguendo l'odore del sangue. Così gli squali mantengono l'equilibrio ecologico degli oceani e possono essere considerati dei veri e propri spazzini del mare, eliminando le interiora e il pescato in eccesso gettato in mare dai pescherecci.

 

 

Un animale molto antico

Gli squali sono dei veri e propri fossili viventi: infatti le specie attuali sono quasi perfettamente identiche a quelle che vivevano 160 milioni di anni fa. Per fare un confronto, l'evoluzione umana è cominciata circa 4 milioni di anni fa. Di conseguenza lo squalo rientra tra le specie più antiche del pianeta. A differenza di molti altri pesci, gli squali non possono nuotare all'indietro e i loro occhi brillano al buio. In quest'ultima circostanza assomigliano ai gatti. Un'altra differenza tra gli squali e i pesci riguardano anche la percentuale di sale presente nelle loro carni. Quelle della maggior parte dei pesci hanno un tasso di sale quasi nulla: ecco perché i medici consigliano questi cibi alle persone che devono seguire una dieta povera di sale. Al contrario, la carne degli squali ha una percentuale altissima di sale.