Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 27 gennaio 2021 - Aggiornato alle 07:02
Live
  • 07:02 | Google: ecco come cambierà il look delle ricerche da PC
  • 06:43 | Eurolega: l’Olimpia Milano soffre ma batte anche l’Olympiacos 90-79
  • 00:06 | Ibra e Lukaku infiammano un derby da libri di storia
  • 23:06 | La pandemia ha reso i ricchi ancora più ricchi
  • 23:06 | EuroCup, Top 16: Virtus Bologna senza freni, Buducnost demolito 87-65
  • 22:53 | Coppa Italia, Lukaku ed Eriksen portano l'Inter in semifinale
  • 21:29 | EuroCup, Top 16: il Boulogne Levallois piega Trento 92-86 all’overtime
  • 19:03 | Twitter e il progetto Birdwatch: gli utenti segnaleranno le fake news
  • 19:01 | Perché il Giorno della Memoria è proprio il 27 gennaio
  • 18:47 | La riapertura dell’Antiquarium a Pompei
  • 18:41 | L’offerta faraonica del Psg a Sergio Ramos
  • 18:34 | Coppa Italia, Gasperini: 'Papu Gomez ha dato tanto all'Atalanta'
  • 18:34 | Chi è Arisa e cosa canta al Festival 2021
  • 18:30 | L’Estonia è il primo paese guidato solo da donne
  • 18:30 | Brooklyn Beckham e il tatuaggio d’amore
  • 17:59 | Coppa Italia, Inzaghi: 'Atalanta due volte in una settimana'
  • 17:57 | Coppa Italia, Pirlo: 'Evitiamo brutte figure con la Spal'
  • 17:52 | Voglia di disegnare? Lasciati ispirare dalla playlist di TIMMUSIC!
  • 17:38 | Dzeko-Roma, ecco perché la cessione è molto complicata
  • 17:30 | Covid, in Italia ancora 541 morti
Differenza tra stella e pianeta Cielo stellato - Credit: iStock
GREEN 29 novembre 2020

Differenza tra stella e pianeta

di Melissa Viri

Se si osserva il cielo in una notte limpida, si possono contare migliaia di puntini tremolanti

In mezzo alle stelle, risplendono anche altri corpi celesti che però non emettono alcun luccichio: i pianeti.

A occhio nudo, non è facile distinguere le une dagli altri, tuttavia basta imparare a riconoscerne le caratteristiche fisiche per capire quale tipologia di astro si sta osservando anche senza avere a disposizione un telescopio o un binocolo. Ecco quindi la differenza tra stella e pianeta.

Che differenza c’è tra una stella e un pianeta

La stella è un corpo celeste di forma sferica formato da materia allo stato di plasma che brilla di luce propria perché al suo interno avvengono delle reazioni termonucleari che bruciano idrogeno per produrre elio. Il pianeta, invece, è un astro che non produce energia tramite la fusione nucleare e che quindi brilla della luce riflessa dal Sole e, più in generale, dalla stella intorno alla quale ruota. Inoltre, nella fascia in cui orbita, non devono essere presenti altri corpi celesti della stessa grandezza o più grandi. È proprio a causa di quest’ultima proprietà se Plutone nel 2006 è stato retrocesso a pianeta nano.

Questione di dimensioni

Un’altra differenza tra stelle e pianeti riguarda le dimensioni. Le prime, infatti, sono sempre molto più grandi perché affinché possano avvenire le fusioni nucleari è necessaria una determinata massa. Questa, nel caso delle stelle, è compresa tra 0,08 e 150-200 masse solari. Al di sotto di tale intervallo, non si parla più di stelle ma di nane brune. I pianeti hanno una massa decisamente inferiore: basti pensare che Giove, il pianeta più grande del Sistema Solare che è stato considerato per lungo tempo una stella fallita, ha una massa 13 volte inferiore a quella di una nana bruna.

Temperatura e distanza

Poiché nella regione centrale delle stelle hanno luogo le sopraccitate reazioni di fusione nucleare, le temperature raggiunte da questi corpi celesti sono considerevolmente superiori a quelle dei pianeti. Ad esempio, la temperatura di una stella massiccia, che ha una massa 8 volte superiore a quella del Sole, può arrivare fino a 40 milioni di gradi, mentre il nucleo terrestre ha una temperatura che si "limita" a 5400-6000 gradi. Un ulteriore fattore discriminante è la distanza. I pianeti, infatti, se osservati al cannocchiale, si distinguono facilmente dalle stelle perché, a differenza di queste, non appaiono come oggetti puntiformi.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle