Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 20 ottobre 2020 - Aggiornato alle 18:39
Live
  • 18:28 | Oms: "Impennata di casi in Europa? Per errori in quarantena"
  • 17:46 | Le Deva tornano con un nuovo brano: ecco "Brillare da sola"
  • 17:34 | Conte spinge l’Inter in Champions: “Siamo più forti”
  • 17:20 | Ralf Rangnick esclude un prossimo futuro alla Roma
  • 17:18 | Mafia, è ora disponibile la Definitive Edition
  • 17:08 | Conte: 'Favoriti del gruppo? Arbitri del nostro destino'
  • 17:08 | Fiorentina, Commisso ribadisce fiducia a Iachini
  • 17:08 | Spadafora: 'Campionato? La Lega prepari un piano B e C'
  • 17:00 | Il principe Filippo non voleva sposare Elisabetta
  • 16:44 | Spadafora e la Serie A: “Non so se finirà”
  • 16:44 | La playlist di TIMMUSIC che celebra i 40 anni di "Boy" degli U2
  • 15:46 | L’infortunio per Hakan Calhanoglu
  • 15:15 | Riso alla cantonese, video-ricetta
  • 15:00 | Mara Venier compie 70 anni
  • 14:26 | Nunzia De Girolamo positiva al Covid
  • 14:20 | Chi era José Padilla, dj e padre della chill out morto a 64 anni
  • 14:16 | Come sarà il nuovo assegno familiare 2021
  • 13:49 | Harry rifiuta l’invito della regina Elisabetta
  • 13:19 | Perché non ci sarà mai un “Ritorno al futuro 4”
  • 13:06 | Dominic West bacia la collega Lily James
Distinguere un nido di api da un nido di vespe Nido di vespe - Credit: iStock
GREEN 27 settembre 2020

Distinguere un nido di api da un nido di vespe

di Melissa Viri

Può capitare di imbattersi in nidi di api o nidi di vespe: scopriamo come riconoscerli

Api e vespe: interventi per la rimozione dei nidi

Spesso si confondono i nidi di api con i nidi di vespe senza tenere conto che quest'ultima specie può rivelarsi davvero pericolosa per l'uomo.

Ed ecco perché soprattutto durante i mesi estivi vengono richiesti numerosi interventi per rimuovere i nidi di vespe al fine di tutelare la sicurezza pubblica.

 

Al contrario degli alveari, per cui è sempre raccomandato un intervento da parte di esperti specializzati, i nidi di vespe devono essere assolutamente rimossi poiché questa specie è particolarmente aggressiva.

 

Generalmente si fa davvero fatica a riconoscere le api e le vespe in quanto a primo impatto entrambi gli insetti appaiono molto simili tra loro per via dell'aspetto e dei colori.

Api e vespe: caratteristiche e abitudini

Sia le api che le vespe sono insetti sociali e basano le loro azioni su vere e proprie regole di gruppo.

 

Le api fanno parte della categoria delle Apidi, sono ricoperte da peluria gialla e nera e hanno dimensioni più piccole rispetto alle vespe. Le vespe invece fanno parte della categoria delle Vespidi, hanno una corporatura più lunga di dimensioni più grandi e non sono ricoperte da peluria. Anch'esse hanno strisce nere e giallo scuro.

 

Le vespe sono onnivore e sono dotate di una mandibola mentre le api traggono il loro nutrimento da elementi dolciastri o liquidi tra cui il nettare dei fiori o il polline e sono prive di mandibola.

 

Un'altra differenza che caratterizza le api e le vespe è proprio il pungiglione: le vespe hanno un pungiglione liscio e possono provocare punture ripetitive, mentre quello delle api ha una forma ad uncino e una volta inflitta la puntura l'insetto non può più sfilarlo. Per questo motivo quando le api pungono perdono il pungiglione e vanno incontro alla morte.

Come distinguere un nido di api da un nido di vespe

Il nido di vespe ha una forma rotonda e generalmente il punto di accesso si trova nella zona sottostante. Al contrario il nido di api ricorda la forma di un calice rovesciato e spesso viene costruito sui tetti delle abitazioni o sui cornicioni.

 

Il nido di api viene formato con la cera, ossia una componente prodotta naturalmente dalle api stesse e all'interno di esso si possono trovare migliaia di esemplari.

 

Il materiale del nido di vespe è invece più solido, simile al cartone, e a differenza delle api all'interno si trovano poche decine di esemplari.

Leggi tutto su Lifestyle