TimGate
header.weather.state

Oggi 17 agosto 2022 - Aggiornato alle 16:00

 /    /    /  Dove riciclare e buttare i tessuti
Dove riciclare e buttare i tessuti

Una donna che controlla un capo d'abbigliamento grigio- Credit: iStock

AMBIENTE18 febbraio 2022

Dove riciclare e buttare i tessuti

di Melissa Viri

Ottime pratiche per non inquinare né sprecare in tema di tessuti.

Quando si hanno degli indumenti che non si usano più, si possono buttare, ma potrebbe essere uno spreco, o decidere di riciclarli per creare nuovi capi di abbigliamento. Se avete dei vestiti da dismettere, in questo articolo vi suggeriremo dove riciclare e buttare i tessuti vecchi e inutilizzati.

 

 

Dove riciclare i tessuti usati

I vestiti e i tessuti in generale non rientrano in nessun tipo di raccolta differenziata, nemmeno nella raccolta porta a porta, quindi per smaltirli sarà necessario buttarli nel cassonetto dell'indifferenziata. Se non volete che i vostri capi di abbigliamento vengano immediatamente inceneriti, raccoglieteli e cercate nel vostro Comune uno dei cassonetti gialli, specifici per la raccolta degli indumenti. I tessuti raccolti nei cassonetti gialli vengono portati presso il centro di smistamento, dove verranno selezionati e riciclati, sempre se è possibile. I tessuti in buono stato vengono consegnati alle associazioni di volontariato, mentre quelli in cattivo stato vengono riciclati per creare nuovi capi di abbigliamento.


 

I cassonetti gialli: come funzionano

In quasi tutti i Comuni sono presenti dei grandi cassonetti di colore giallo, che sono gestiti da diverse associazioni di volontariato, le più importanti sono: Caritas Italiana e Humana People, ma vi possono essere anche enti del territorio. Gli indumenti raccolti vengono selezionati, lavati e igienizzati e donati dalle associazioni alle persone in difficoltà, anche se con il coronavirus tale operazione è diventata più difficile e non sempre si ha la possibilità di riciclare i tessuti. In alcuni casi, gli indumenti raccolti nei cassonetti gialli vengono venduti presso i mercati rionali e il ricavato raccolto viene utilizzato per finanziare progetti sociali o per aiutare le famiglie in difficoltà.


 

Rivendere i tessuti

Se non volete buttare o donare i vostri vestiti, vi sono tantissimi negozi che si occupano della vendita di abiti usati, sempre se sono in buono stato. Dopo aver portato i tessuti presso questi negozi, viene corrisposto al cliente un compenso solo nel caso la merce venga effettivamente venduta, si tratta di piccole somme ma può essere una buona soluzione nel caso non si vogliono buttare. Negli ultimi anni le industrie tessili sono solite raccogliere tessuti usati per creare nuovi capi di abbigliamento, soprattutto per evitare inutili sprechi di risorse. Sul web, vi sono alcune piattaforme che propongono in vendita vestiti usati, quindi si può privare a inserirli anche su questi siti.