TimGate
header.weather.state

Oggi 09 agosto 2022 - Aggiornato alle 13:30

 /    /    /  Economia circolare baratto scambio
Economia circolare: il baratto e il puro scambio sono tornati di moda

Concetto di economia circolare verde- Credit: iStock

GREEN22 luglio 2021

Economia circolare: il baratto e il puro scambio sono tornati di moda

di Melissa Viri

I gruppi che si dedicano al baratto o allo scambio non sono una novità nel nostro Paese

Durante la pandemia sono diventati ancor più popolari e le persone che si iscrivono a questi gruppi sono sempre in maggior numero. In questo periodo di grandi problemi legati al coronavirus, l’appartenenza a questi gruppi è anche servita per sentirsi maggiormente parte della comunità.

Il ritorno di moda del baratto e dello scambio

Anche dopo la prima fase della pandemia, con il lockdown più pesante, gli italiani hanno continuato a usare le piattaforme social con i vari gruppi per proseguire con questa pratica che ha preso piede in tutte le regioni. Le motivazioni che spingono i nostri connazionali a partecipare a questi gruppi sono numerose e molto differenti tra di loro.

 

Si va dalla volontà personale di cedere degli oggetti che non sono nuovi ma nello stesso tempo perfettamente funzionanti, fino ad arrivare alla necessità legata alle difficoltà che si sono avute per reperire alcuni beni di consumo che all’inizio del lockdown sembravano introvabili, oltre alle motivazioni legate all’aspetto economico causate dalla pandemia.

 

Con la pandemia gli italiani sembrano aver imparato un nuovo tipo di "frugalità", che si abbina alla volontà, sempre maggiormente presente, di eliminare gli sprechi. Relativamente a questo aspetto sia supermercati che pasticcerie, bar e ristoranti sono entrati a far parte dell’app Too Good To Go che promuove una economia sostenibile e circolare, abbinando il guadagno con il contatto con altre persone.

I siti e le app da utilizzare

Chi vuole mettersi in contatto con persone che abitano nel circondario per effettuare dei baratti ha a disposizione molte opportunità, come ad esempio l’app XTribe, che possiede un sistema di geolocalizzazione tramite il quale si può verificare se nelle vicinanze sono in vendita prodotti o servizi che interessano. Con questa app è anche possibile effettuare dei noleggi,

 

Un’altra app molto interessante che è stata creata appositamente per dare nuova vita ad oggetti non utilizzati è SwappyVerse, tramite la quale si possono scambiare ad esempio i telefoni, con altri dei quali si ha maggiore bisogno. Chi vuole scambiare vestiti inutilizzati ma in buono stato può servirsi di armadioverde.it, una "community online" dove nel corso dell’anno vengono scambiati circa 20mila pezzi. Altri siti come zerorelativo.it e coseinutili.it danno la possibilità di scambiare oggetti di tutti i tipi, guadagnando dei "crediti" che possono essere reinvestiti senza bisogno di usare denaro. Tra i vari oggetti si segnalano oggetti di elettronica, vecchi dischi in vinile, ed anche giocattoli e vestiti.