TimGate
header.weather.state

Oggi 07 luglio 2022 - Aggiornato alle 02:00

 /    /    /  Gatti rari, quali sono le razze più insolite e introvabili?
Gatti rari, quali sono le razze più insolite e introvabili?

Un particolare gatto sul divano- Credit: iStock

ANIMALI15 maggio 2022

Gatti rari, quali sono le razze più insolite e introvabili?

di Melissa Viri

Ecco alcuni esemplari di gatto davvero insoliti.

Il gatto è uno dei compagni dell’uomo da sempre e nel corso del tempo alcune specie di gatti si sono estinte ed altre sono diventate estremamente rare per le loro caratteristiche peculiari, oltre che per la difficoltà di riproduzione, anche perché il loro "habitat" è stato distrutto dall’uomo. D’altra parte molti di questi gatti rari costano cifre molto alte ed in alcuni casi non sono nemmeno "domestici", ma restano comunque molto affascinanti.

 

 

I gatti rari e costosi

Uno dei gatti rari che fa sorridere è quello con la testa piatta, che a prima vista può sembrare un personaggio di qualche cartone animato televisivo, ma esiste davvero. Si tratta di un gatto con un corpo molto snello, lungo circa 50 centimetri e con una testa di forma insolita e con gli occhi ravvicinati e sporgenti in avanti. La sua coda è lunga circa 15 centimetri e il suo nome scientifico è "Prionailurus planiceps". Amante delle ore notturne e della vita solitaria. È ghiotto del pesce e oggi gli esemplari conosciuti sono circa 2.500.

 

 

Ashera

Un gatto raro e costoso è quello noto come "Ashera". Si tratta di un felino ibrido che viene commercializzato da una società americana, Lifestyle pets, che si occupa di biotecnologie. Creato con degli incroci tra i gatti domestici e felini selvatici tra i quali il Serval e il gatto del Bengala, è un animale domestico ipoallergenico e quindi adatto per le persone allergiche. Tra le sue caratteristiche principali c’è anche il peso che può arrivare sino a 15 kg, ed anche il suo prezzo di acquisto, 22mila dollari, è "pesante".

 

 

Le varie razze dei gatti rari

La carrellata di razze di gatti rari è molto ampia e comprende il Gatto delle Ande, il Gatto selvatico Scozzese, il Gatto di Pallas, conosciuto anche come gatto delle steppe, il Gatto dorato del Borneo, Gatto viverrino o pescatore, il Gatto dai piedi neri, il Gatto delle sabbie, il Gatto dorato africano, detto anche gatto di Temminck, il Gatto della giungla e molti altri. Uno dei più curiosi è senza dubbio il Gatto delle Ande che raggiunge una lunghezza di 70-75 centimetri, ai quali si devono aggiungere i 45 cm di lunghezza della coda. Oggi questo gatto esiste in 2500 esemplari ed è protetto dalle leggi del Perù e non può essere venduto.

 

 

I piedi neri

Un altro gatto molto bello è il Gatto dai piedi neri che, tra i gatti selvatici, è la specie più piccola come dimensioni. Il suo habitat è il deserto del "Grande Karu", che si trova in Africa meridionale. Tra i felini in pericolo di estinzione si può citare senza dubbio il gatto dorato del Borneo, o Gatto baio, che oltre che dei problemi dovuti alla deforestazione, subisce anche le attività dei bracconieri, dato che la sua pelliccia è molto ricercata.