TimGate
header.weather.state

Oggi 11 agosto 2022 - Aggiornato alle 13:00

 /    /    /  Giornata mondiale delle api, cosa possiamo fare noi per salvarle
Giornata mondiale delle api, cosa possiamo fare noi per salvarle

Ape che succhia il nettare di un fiore giallo- Credit: iStock

ANIMALI20 maggio 2022

Giornata mondiale delle api, cosa possiamo fare noi per salvarle

di Melissa Viri

Il 20 maggio si celebra la Giornata Mondiale delle Api.

Il 20 maggio si celebra la Giornata Mondiale delle Api, uno degli insetti attorno a cui ruota l'intero ecosistema e la cui estinzione ci creerebbe grossi problemi. Questa giornata speciale intende sensibilizzare la popolazione mondiale sull'importanza di formidabili impollinatori come le api. La scelta è caduta sul 20 maggio perché in questa data nacque tre secoli fa Anton Janša, un apicoltore sloveno che fece importanti scoperte sull'attività degli insetti più preziosi del mondo. Per esempio, fu il primo a intuire che i fuchi fecondano l'ape regina e non sono i portatori d'acqua, come si pensava all'epoca.


 

L'importanza delle api

Le api producono il miele, la cera, la pappa reale e l'idromele, che è probabilmente la bevanda alcolica più antica del mondo. Chi però si chiede quale importanza hanno questi insetti per l'ecosistema del pianeta, sappia che un terzo di ciò che mangiamo dipende direttamente dalla loro attività di impollinazione. Le api trasportano il polline dalla parte maschile a quella femminile delle piante; si pensi per esempio ai ciliegi che non danno frutto se le api e i bombi della zona non li impollinano. Se le api si estinguessero, sarebbe compromessa la biodiversità e verrebbero anche a mancare tanti di quei farmaci che ricaviamo dalle piante, come l'aspirina.


 

Piante amiche delle api

L'impiego di insetticidi sta mettendo a rischio la salute delle api, la cui popolazione si è ridotta del 40% negli ultimi 30 anni. Per contribuire alla loro tutela, possiamo proteggere la flora selvatica e seminare le piante amiche delle api: timo, malva e rosmarino, ma anche agrumi, gerani e fiordalisi; il consiglio è di scegliere semi biologici e differenti varietà. I pesticidi vanno banditi perché ciò che uccide gli afidi è nocivo anche per le api. La raccomandazione è di costruire casette e utilizzare i mangimi giusti per attrarre in giardino o sul balcone gli uccellini che si cibano di bruchi e insetti dannosi per l'orto.


 

Casa per le api e miele locale

Per salvaguardare le api, basterebbe lasciare che una parte del nostro giardino cresca allo stato selvatico. Potremmo anche installare un bee hotel in terrazza. Si tratta di una casetta che simula il luogo di svernamento delle api e di altri impollinatori. Il bee hotel attrae soprattutto le api solitarie, cioè quelle che non vivono in colonia ma sono comunque valide impollinatrici. Un'altra cosa che possiamo fare è scegliere il miele degli apicoltori locali e sostenere le aziende che li supportano e promuovono.