Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 13:25
News
  • 13:01 | Legge di Bilancio, in punti ancora controversi
  • 13:40 | La miglior partenza rossonera dal 1954-55
  • 11:27 | I disturbi del Long Covid durano anche "per molti mesi"
  • 10:56 | Come procedono le vaccinazioni in Europa
  • 10:42 | Covid, gli Usa sono pronti a vaccinare anche i bambini
  • 10:30 | Come vedere in tv tutte le partite della Serie A TIM, della Champions e molto altro
  • 09:00 | Draghi ha detto che "il governo vuole ripartire dai giovani"
  • 08:05 | Pensioni controverse e crisi climatica sui quotidiani del 27 ottobre
  • 06:23 | Eurolega: Milano lotta ma cade a Monaco con il Bayern 83-77
  • 23:50 | Perché la transizione ecologica è un'opportunità per l'economia
  • 23:18 | Perché Amnesty International chiuderà gli uffici di Hong Kong
  • 23:06 | EuroCup: Venezia crolla nel finale e perde 62-70 contro il Bursaspor
  • 22:56 | La concentrazione record di gas serra nell'atmosfera
  • 21:37 | Supercoppa Inter-Juventus a San Siro a gennaio
  • 19:00 | SBK, Lecuona e Verge correranno con Honda nel 2022
  • 17:00 | Covid, i dati del 26 ottobre: tasso di positività allo 0,6%
  • 16:15 | Verratti infortunato, salterà la sfida contro la Svizzera
  • 16:15 | Lega Dilettanti, si dimette il presidente Cosimo Sibilia
  • 15:14 | Vaccino, la terza dose per tutti da gennaio
  • 15:08 | Sarri: 'Troppi alti e bassi. Ritiro? Momento di riflessione'
Gomme da masticare: uno spreco che costa caro Gomma da masticare - Credit: iStock
GREEN 12 settembre 2021

Gomme da masticare: uno spreco che costa caro

di Melissa Viri

Il tempo di decomposizione di una gomma da masticare è di almeno 5 anni.

 

Il chewing-gum è un prodotto a base di polimeri derivati dal petrolio, gli stessi utilizzati per i copertoni delle auto, per intenderci.

Nel mondo se ne consumano 350 miliardi di pezzi all’anno, 30 milioni in Italia, e il tempo di decomposizione per ciascun chewing-gum è di almeno cinque anni. Gli sprechi sono enormi, anche per le amministrazioni locali. Pulire cinquanta centimetri quadrati di un marciapiede o di una striscia di asfalto insozzati da una gomma da masticare, richiede un lavoro di circa mezz’ora. Molto più tempo rispetto al famigerato mozzicone di sigarette, altro veicolo di inquinamento urbano. E il costo varia da 50 centesimi a 2 euro sulla base dei materiali utilizzati per la pulizia: vapore naturale oppure sostanze chimiche, che a loro volta avvelenano l’aria.

L’amministrazione comunale di Londra ha fatto qualche calcolo e ha scoperto che la rimozione delle gomme da masticare nella capitale inglese costa 50 milioni di sterline all’anno. Ecco perché è stata colta al volo la proposta di Anna Bullus, classe 1984, designer specializzata nel riciclo degli oggetti a base di plastica.

Una volta recuperati, attraverso cestini piazzati sui marciapiedi e destinati alla raccolta delle gomme da masticare, i chewing-gum sottratti allo spreco dello scarso senso civico, entrano in un sistema produttivo da economica circolare. E con il marchio Gumdro assumono nuove sembianze con la loro seconda vita. Portachiavi, tazze da caffè, cover per gli smartphone, frisbee. Ma anche scarpe da ginnastica (in due colori: rosa e nero) e stivali. 

Il progetto della Bullus ha avuto una discreta fortuna in tutta Europa e una sua piccola traccia si vede anche in Italia.  Nei centri commerciali della Eurocommercial, società di investimento immobiliare, sono stati installati dei contenitori ad hoc per il rifiuto della gomma da masticare e per garantire un corretto riciclo attraverso la società Gumdro. Bisognerà vedere nel tempo se questa idea troverà spazio anche in altri network della grande distribuzione e, come è avvenuto a Londra, nelle scelte per i servizi sul territorio da parte dei comuni. Piuttosto, a chi avesse qualche dubbio, ancora oggi, su dove sputare una gomma da masticare, c’è solo una domanda da fare: «La butteresti a terra sul tappeto di casa tua?».

In collaborazione con Non sprecare

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle