TimGate
header.weather.state

Oggi 18 agosto 2022 - Aggiornato alle 08:00

Un idraulico controlla una caldaia- Credit: iStock

GREEN07 dicembre 2021

Impianto con caldaia a condensazione: come funziona e quanto costa

di Melissa Viri

Una scelta consapevole per riscaldarsi.

I temi del cambiamento climatico, dell'inquinamento e della tutela dell'ambiente fanno ormai parte della nostra vita quotidiana. Anche le famiglie, dunque, sono chiamate a fare scelte consapevoli e lungimiranti, approfittando anche delle opportunità offerte dalle nuove tecnologie in materia di riscaldamento domestico. É il caso delle caldaie a condensazione che un po' alla volta stanno prendendo il posto di quelle classiche: il loro utilizzo costituisce un vantaggio sia per la qualità dell'aria delle nostre città sia per gli utenti, che vedono ridursi gli importi delle bollette del gas. Ma vediamo come funziona una caldaia a condensazione e quanto costa installarla.

 

 

Un meccanismo semplice per un grande risultato

Comprendere i vantaggi delle caldaie a condensazione è più semplice se si confronta il loro funzionamento con quello di un modello classico. In entrambi i casi si tratta di riscaldare l'acqua in ingresso prima di veicolarla verso i termosifoni e i rubinetti. In un caldaia classica, la combustione produce fumi che possono raggiungere temperature dai 150° ai 250° C e vengono espulsi attraverso un comignolo. Tali vapori sono dunque carichi di un'energia potenziale: l'energia del loro stesso calore.

 

 

Lo scambio di calore

Nelle caldaie a condensazione quest'ulteriore fonte di energia non viene dispersa ma riutilizzata attraverso uno scambiatore di calore: i fumi risultanti dalla combustione vengono catturati in un'apposita camera, dove cedono il loro calore affinché sia impiegato per pre-riscaldare l'acqua. Il vapore recuperato svolge così una parte del "lavoro" che spetterebbe al combustibile, "condensando" e fuoriuscendo poi dalla caldaia alla temperatura di circa 40°C.


Tutti i vantaggi di un impianto a condensazione

I benefici di un tale meccanismo hanno un impatto immediato sulle bollette del gas, i cui importi possono ridursi del 15-20% quando la caldaia è integrata in un impianto di riscaldamento obsoleto, del 40% in uno di nuova generazione. Ciò anche grazie alle valvole termostatizzabili: applicate ai termosifoni, consentono di modularne la temperatura in base all'esposizione, alle dimensioni e alla destinazione d'uso di ciascun ambiente. Al ridotto consumo di combustibile, corrispondono così minori emissioni di gas serra e ridotti consumi di fonti energetiche non rinnovabili.

 

 

Quanto costa installare una caldaia a condensazione

I prezzi delle caldaie a condensazione dipendono dalle loro caratteristiche: prodotti di classe A con potenza di 23 KW costano tra i 600 e gli 800 € mentre modelli più sofisticati, di classe A+++ e potenza di 32 KW, possono raggiungere e superare 2500/3000 €. Importi a cui va aggiunto il costo dell'installazione, che ammonta in media a 200/300 €, e di accessori come il kit fumi, il cronotermostato, le valvole termostatizzabili. Per un preventivo dettagliato occorre rivolgersi a un tecnico specializzato, ricordando che il Governo ha inserito tali opere tra quelle che possono godere dei bonus fiscali per l'efficientamento energetico degli immobili, con sconto immediato in fattura sino al 65%.