Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 26 novembre 2020 - Aggiornato alle 08:07
Live
  • 23:17 | "The Last of Us" diventa anche una serie tv
  • 23:03 | Camera ardente alla casa Rosada
  • 23:02 | “Predator”, in arrivo un quinto film: i dettagli
  • 23:00 | Champions League, Bayern e Manchester City agli ottavi
  • 22:57 | Champions, Impresa Atalanta, vince 2-0 a Liverpool
  • 22:56 | Champions, Inter-Real 0-2, qualificazione lontanissima
  • 22:08 | I due virus "parenti stretti" del SARS-CoV-2
  • 21:00 | Platini: 'E' il nostro passato che se ne va'
  • 20:45 | Il nuovo EP del fenomeno POWFU è su TIMMUSIC
  • 20:24 | Cosa sappiamo del nuovo disco di Ornella Vanoni
  • 20:23 | Ferlaino: 'Per lui strappai un assegno in bianco'
  • 20:15 | Bruscolotti: 'Napoli perde un figlio. Lutto in tutto il mondo'
  • 20:12 | Nessuna parola dalla Juve solo il video della punizione del 1985
  • 19:53 | Totti: 'Hai scritto la storia del calcio... Ciao Diego'
  • 19:40 | "Folklore: The Long Pond Studio Sessions" di Taylor Swift è su TIMMUSIC
  • 19:35 | TikTok segnalerà i video che possono causare crisi epilettiche
  • 19:26 | De Laurentiis: 'Potremmo chiamare stadio San Paolo-Maradona'
  • 19:23 | Leo Messi: 'Ci lascia Maradona ma non se ne va perché eterno'
  • 19:15 | 'Sulla ma lapide scriverei Grazie per aver giocato a calcio'
  • 19:15 | Elon Musk ora è il secondo uomo più ricco al mondo
Le emissioni di protossido di azoto stanno aumentando Emissioni di una fabbrica a Kiev - Credit: iStock
GREEN 17 novembre 2020

Le emissioni di protossido di azoto stanno aumentando

di Melissa Viri

Una minaccia concreta per il clima mondiale è rappresentata dalle emissioni di protossido di azoto

Questo gas serra, che ha una potenza pari a 300 volte quella dell’anidride carbonica, è strettamente legato all’uso dei fertilizzanti azotati che sono utilizzati per produrre il cibo.

Un uso che sta crescendo e che porta a una emissione massiccia in tutte le zone del mondo di un gas che resiste per oltre 100 anni nell’atmosfera che ci circonda.

I risultati di una ricerca statunitense

Lo scorso 7 ottobre, sulle pagine di Nature, una delle maggiori riviste scientifiche del mondo, sono stati rivelati i dati di una ricerca condotta da esperti della Auburn University, che ha coinvolto anche altri 48 istituti di ricerca nel mondo. Risultati che appaiono come un monito per tutto il genere umano, mostrando come le emissioni del protossido di azoto stanno aumentando in modo vertiginoso.

 

Secondo i dati, questo rapido aumento è maggiore anche delle previsioni che erano state formulate dal IPCC, Intergovernmental Panel on Climate Change, e questo significa un grosso rischio per il raggiungimento di quanto stabilito nell’Accordo di Parigi. La ricerca indica una tendenza allarmante, con un aumento del protossido di azoto che è maggiore del 20% rispetto ai livelli registrati nel periodo preindustriale. Una crescita che nel corso degli ultimi 50 anni, trainata dalle attività dell’uomo, è divenuta sempre più rapida.

 

Hanqin Tian, che appartiene all’International Center for Climate and Global Change Research, uno degli istituti che hanno partecipato allo studio, ha affermato che "Il motore principale dell'aumento del protossido di azoto atmosferico proviene dall'agricoltura e la crescente domanda di alimenti e mangimi per animali aumenterà ulteriormente le emissioni globali di questo potente gas serra", per cui si genera un "conflitto" tra le modalità con le quali vengono nutrite le persone ed il clima in cui vivono.

 

Un altro dei ricercatori che hanno partecipato allo studio, Parvada Suntharalingam, che appartiene alla Scuola di scienze ambientali dell'University of East Anglia, ha dichiarato: "Servono strategie di mitigazione efficaci se vogliamo limitare il riscaldamento globale e raggiungere gli obiettivi climatici, ma con questa analisi, la prima nel suo genere, possiamo identificare i fattori che determinano queste emissioni climalteranti".

Le emissioni di protossido di azoto

Le emissioni di questo gas serra dipendono dall'aggiunta di azoto che viene effettuata nei terreni coltivati tramite i fertilizzanti e negli ultimi 40 anni il loro aumento è stato del 30%. In particolare le emissioni sono aumentate in Asia, sia nella zona orientale che in quella meridionale, in Sud America e in Africa. I maggiori tassi di crescita delle emissioni si riscontrano nei paesi con economia emergente, come l’India, il Brasile e la Cina.

 

In questi paesi la produzione agricola aumenta esponenzialmente anno dopo anno e con lo stesso ritmo anche il numero del bestiame. Con l’analisi pubblicata su Nature, si mette in evidenza come in tutto il mondo sia necessario ripensare un uso diverso dei fertilizzanti che contengono azoto. Per questo sono necessarie delle leggi che incentivino delle agricolture più sostenibili e contribuiscano a ridurre lo spreco alimentare.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle