TimGate
header.weather.state

Oggi 03 luglio 2022 - Aggiornato alle 17:00

 /    /    /  Orto sul balcone sostenibile, quali accortezze avere
Orto sul balcone sostenibile, quali accortezze avere

Mamma e figlio annaffiano orto sul balcone- Credit: iStock

SOSTENIBILITÀ11 maggio 2022

Orto sul balcone sostenibile, quali accortezze avere

di Melissa Viri

Tra le tante attività primaverili c'è l'orto sul balcone.

La primavera è finalmente arrivata e, con essa, la voglia di passare il tempo libero all'aperto. Tra le mille attività che si possono fare c'è l'orto che ti consente di avere della verdura fresca e assolutamente sana. Vediamo insieme l'orto sul balcone sostenibile, quali accortezze avere per una scelta green.

 

 

Le accortezze da avere per l'orto in balcone: la disposizione

Per prima cosa devi capire dove è meglio piazzare il tuo orto. Ovviamente, nel caso del balcone, devi utilizzare dei vasi, scegliendo prima un semenzaio per la semina che dovrai mettere in un posto riparato.

Non dimenticare di monitorare il semenzaio tutti i giorni e proteggerlo sia dai raggi solari eccessivi che dalle aggressioni atmosferiche troppo forti anche se per una buona crescita è importante che le piantine siano esposte al sole. 

La soluzione migliore è quella di creare il tuo orto nella zona sud-est o sud-ovest del tuo balcone.

 

 

La grandezza dell'orto in balcone

Non ci sono disposizioni universali per quanto riguarda la grandezza dell'orto perché tutto dipende dalla tua manualità. Se hai già esperienza in ambito agricolo o hai già avuto un orto puoi osare con qualcosa di abbastanza grande altrimenti è meglio optare per un orto di piccole dimensioni che potrai sempre allargare. 

Per iniziare puoi optare per la semina di erbe aromatiche quali basilico, tipo, maggiorana, salvia e rosmarino. Anche in questo caso, però, è importante conoscere le caratteristiche di crescita, la giusta irrigazione e l'esposizione solare migliore.

 

 

La crescita dell'orto: fertilizzante e vasi

Per fare in modo che il tuo orto dia ottimi risultati e quindi un buon raccolto è importante fertilizzare. Per creare un fertilizzante bio e sostenibile usa il compost che potrai fare anche a casa. Per quanto riguarda i vasi scegli quelli capienti che abbiano una profondità di almeno 40 cm.

Per quanto riguarda i materiali dei vasi preferisci quelli in terracotta perché sono traspiranti e ricorda sempre di usare dei sottovasi capaci di raccogliere l'acqua in eccesso.

Non usare mai dei vasi in plastica perché in estate si scaldano troppo e possono rovinare le radici. Non scegliere dei vasi troppo piccoli perché c'è il rischio che dopo poco tempo tu sia costretto a fare un travaso. Non dimenticare gli eventuali sostegni (come per esempio bastoni) necessari alla crescita di alcune piante (per esempio i pomodori).