Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 03 dicembre 2021 - Aggiornato alle 03:00
News
  • 02:04 | Lazio-Udinese 4-4: Acerbi illude i capitolini, Arslan pari al 99'
  • 23:52 | Rafa Nadal rassegnato: “Sarà Djokovic il primatista di Slam vinti”
  • 21:03 | Torino-Empoli 2-2: Romagnoli e La Mantia rimontano i granata
  • 17:48 | Economia, la ripresa forte dell'Italia
  • 17:30 | La classifica delle città più vivibili
  • 17:11 | Kjaer, coinvolti i legamenti: necessario l'intervento
  • 17:00 | Covid, i dati del 2 dicembre: tasso di positività al 2,5%
  • 16:48 | Lesione al legamento per Kjaer
  • 16:05 | Calcio: due giornate a Spalletti, salta Atalanta ed Empoli
  • 15:45 | Come vedere in tv tutte le partite della Serie A TIM, della Champions e molto altro
  • 13:17 | Vaccini, per Pfizer dovremo fare richiami per diversi anni
  • 13:15 | Ecumenismo alla Casa Bianca di Joe Biden, si celebra Hanukkah
  • 13:07 | Le otto nuove sale di Palazzo Maffei a Verona
  • 12:54 | Basket, Milano ufficializza Bentil: “Opportunità unica, la sfrutterò”
  • 12:34 | Cosa ha detto l'Onu sul lockdown a Natale
  • 12:20 | Fantacalcio Serie A TIM, i consigli per la sedicesima giornata
  • 09:55 | Il primo caso di variante Omicron negli Stati Uniti
  • 09:44 | Quattro squadre per uno Scudetto
  • 09:27 | Dallapiccola (Bambino Gesù) e il vaccino ai bambini: “Sicuro ed efficace”
  • 09:11 | L’ok dell’Aifa al vaccino per la fascia 5-11 anni
Perché la foresta nera si chiama così Un'immagine della foresta nera - Credit: Pexels
NATURA 23 ottobre 2021

Perché la foresta nera si chiama così

di Melissa Viri

La Foresta Nera ha ricevuto il suo nome al tempo degli antichi romani.

La Foresta Nera ha ricevuto il suo nome al tempo degli antichi romani, che la chiamarono così perchè era talmente fitta da non lasciare passare la luce del Sole.

 

 

Perchè si chiama Foresta Nera?

Nel sud-ovest della Germania si estende la Foresta Nera, un ampio territorio montano che arriva fino ai confini di Francia e Svizzera, nel Land tedesco del Baden-Württemberg.

Questa zona, ricca di boschi molto fitti, è chiamata in tedesco Schwarzwald, che letteralmente significa Foresta Nera. Il nome fu dato alla regione addirittura in età romana, quando i Latini la battezzarono Nigra Silva, anche se il suo nome ufficiale era Silva Marciana. A quanto pare i Romani si trovarono di fronte ad alberi di un verde più scuro del solito e ad una vegetazione così fitta che i raggi del Sole faticavano ad illuminarla. Da questo deriva il nome di Foresta Nera.

 

 

Caratteristiche della Foresta Nera

Proprio a causa dei fitti boschi impenetrabili, i Romani non conquistarono mai le vette, ma si limitarono a stabilirsi nelle vallate, mentre nelle zone più ricche di foreste continuarono a vivere gli Alemanni. I Romani furono poi scacciati dai Franchi, ma il nome della regione è rimasto lo stesso fino ai giorni nostri. Oggi la Foresta Nera è ancora composta in buona parte da boschi e foreste, preservati grazie alla presenza dei due più grandi parchi naturali della Germania, quello della Foresta Nera centro-settentrionale e quello della Foresta Nera meridionale. Nei monti della Foresta Nera, fra l'altro, si trovano le sorgenti dei fiumi che, più a valle, si uniscono per formare il Danubio, uno dei principali fiumi europei. Il nome della regione non ha alcun significato negativo (nero nel senso di oscuro), ma rimane oggi una delle aree più selvagge dell'Europa Centrale.

 

 

Per cosa è nota la Foresta Nera

La Foresta Nera oggi è costellata di molti piccoli villaggi e alcune grandi città, fra cui Friburgo e Baden-Baden. I suoi monti sono una rinomata meta turistica e i suoi villaggi sono noti soprattutto per l'industria degli orologi a cucù, oltre che per i paesaggi montani unici e suggestivi. La cittadina di Triberg ospita anche l'orologio a cucù più grande del mondo e proprio qui, fra le altre cose, si trovano le cascate più alte della Germania. Fra questi boschi ricchi di fascino e mistero sono ambientate le Fiabe dei Fratelli Grimm.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle