TimGate
header.weather.state

Oggi 05 ottobre 2022 - Aggiornato alle 03:00

 /    /    /  curare la pianta di capperi
Pianta di capperi: come si pianta e come curarla

Fiore del cappero- Credit: iStock

GREEN16 ottobre 2020

Pianta di capperi: come si pianta e come curarla

di Melissa Viri

Se utilizzate spesso i capperi ;e volete averli sempre freschi, potete coltivare una pianta di capperi

Il cappero è una pianta tipicamente mediterranea che ha bisogno di molto sole e non sopporta le basse temperature, quindi non è indicata per la coltivazione in zone montane. In questo articolo vi spiegheremo come piantare e curare la pianta di capperi.

Pianta di capperi: caratteristiche principali

La pianta di capperi, nota anche con il nome Capparis Spinosa, è un arbusto che cresce nelle zone del sud Italia o nei Paesi del Mediterraneo. Il cappero è una pianta molto resistente e si caratterizza per un corpo legnoso e delle foglie rotonde di un verde brillante.

 

Essendo una pianta molto resistente, riesce a crescere anche in terreni rocciosi e argillosi, poveri di acqua. Si può coltivare anche in vaso, ma per garantirne la naturale crescita è meglio piantarla direttamente nel terreno.

Come coltivare i capperi

Se desiderate coltivare la pianta di capperi è preferibile piantarla in terreni poco umidi e in pieno sole, anche a ridosso di sassi o di muretti a secco. Per iniziare la coltivazione del cappero, si inseriscono i semi direttamente nel campo, nel mese di febbraio o marzo, quando le temperature iniziano a essere più elevate. Dopo aver inserito il seme di cappero nel campo è necessario coprirlo e irrigarlo.

 

Le piantine di capperi devono essere poste nel terreno a una distanza di circa 120 cm e prima di un anno è opportuno non spostarle o collocare in vaso. Per raccogliere i primi capperi, bisognerà aspettare almeno 12 mesi, visto che questa pianta ha un processo di crescita molto lento.

Prendersi cura della pianta di capperi

La pianta di capperi non necessita di particolari cure, visto che è necessario innaffiarla abbondantemente solo nei primi mesi di crescita e poi limitare l'apporto di acqua a una volta a settimana. Per evitare che la pianta di capperi sia infestata da insetti è necessario eliminare le erbe infestanti dal terreno.

 

Questa pianta perenne non ha bisogno concimazione, ma se notate una crescita troppo lenta, potete concimare con dello stallatico. Per rinvigorire il fusto della pianta di capperi è opportuno potarla sin dal primo anno di coltivazione, nei mesi di novembre e dicembre. L'operazione di potatura riguarda esclusivamente i rami secchi che non producono fiori e non bisogna intaccare i rametti più piccoli, ancora in fase di crescita.