TimGate
header.weather.state

Oggi 05 luglio 2022 - Aggiornato alle 17:45

 /    /    /  Piante tessili: i nomi e gli esempi del lino e della canapa
Piante tessili: i nomi e gli esempi del lino e della canapa

Un lenzuolo di lino con sopra una tazza- Credit: Pexels

FLORA20 ottobre 2021

Piante tessili: i nomi e gli esempi del lino e della canapa

di Melissa Viri

La bellezza e morbidezza delle piante tessili.

Nonostante la sempre maggiore diffusione delle fibre sintetiche, sono molte le piante utilizzate nel settore tessile, come cotone, lino e canapa.

Piante tessili: lino e canapa

Lino e canapa sono, insieme al cotone, le più comuni fibre vegetali utilizzate in ambito tessile. A differenza del cotone, però, dove le fibre sono ricavate dalla bambagia che avvolge il seme, nel lino e nella canapa vengono utilizzati gli steli delle piante. La canapa è generalmente molto più resistente del lino, ma in entrambi i casi sono determinanti i trattamenti a cui vengono sottoposti durante la filatura. La canapa in particolare è la fibra vegetale meno flessibile, ma anche la più resistente all'usura, all'acqua salata e alla muffa.

 

 

Da una pianta molto simile alla canapa si ricava anche la iuta, fibra ruvida ma resistente utilizzata per realizzare sacchi e corde. La coltivazione biologica della canapa è inoltre relativamente semplice, perchè sono comunque pochi i parassiti che la attaccano. Nella canapa e nel lino le fibre vengono ricavate dagli steli, quindi lavorate fino ad ottenere prima un filato e quindi un tessuto. Il lino viene utilizzato sia per la produzione tessile per per ottenere carta dalla cellulosa.

Piante tessili ed ecosostenibilità


La coltivazione della canapa è una di quelle con un impatto ambientale più basso, visto che ha una buonissima resa rispetto alla quantità di terreno utilizzato e non impoverisce la terra. Può infatti essere coltivata per diversi anni consecutivi nello stesso appezzamento o utilizzata per la rotazione. Questo la rende perfetta per chi non vuole abusare di concimi e trattamenti per arricchire il terreno tipici dell'agricoltura industriale. Anche il lino è estremamente resistente, se lavorato nel modo giusto, tanto da essere utilizzato per creare spago e corde.

 

 

La coltivazione del lino per trarne fibre e tessuti è antichissima: gli antichi Egizi erano dei veri maestri nella tessitura del lino e quasi tutti i loro abiti erano realizzati con questo materiale naturale. Ancora oggi gli abiti di lino sono considerati di grande qualità, grazie alle caratteristiche di questa morbida fibra. Sia lino che canapa sono termoisolanti, proteggono dal'umidità ma sono fra i tessuti più traspiranti. Sono prodotti completamente naturali, a meno che ovviamente nei processi di lavorazione, tessitura e colorazione non siano utilizzate sostanze chimiche.