TimGate
header.weather.state

Oggi 26 maggio 2022 - Aggiornato alle 23:03

 /    /    /  Qual è l'impatto ambientale della cioccolata?
Qual è l'impatto ambientale della cioccolata?

Cioccolata su un tavolo- Credit: iStock

GREEN19 gennaio 2022

Qual è l'impatto ambientale della cioccolata?

di Melissa Viri

Anche un prodotto così dolce inquina.

La cioccolata è uno degli alimenti più golosi e amati da chiunque. Conclude un pasto, spezza l’appetito ma proprio tutti ne vanno matti. C’è da chiedersi, però, quando addentiamo un pezzo di una tavoletta o ne spalmiamo un cucchiaio su un pezzo di pane, qual è il suo impatto ambientale perché, si sa, anche la produzione di alimenti è una fonte di inquinamento. Secondo un recente studio sul cioccolato sono venuti fuori dei risultati poco incoraggianti che potrebbero influire sul nostro dolce del cuore. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

 

 

Lo studio a cura dell'Università di Manchester

La cioccolata è amata non solo durante le feste ma proprio tutto l’anno, però qual è il suo impatto economico e ambientale? Ce lo spiega l’Università di Manchester che con uno studio basato su tre campioni, cioè praline di cioccolato, barrette e pezzi di cioccolata in busta, ha tirato fuori risultati non proprio positivi. È stata presa in esame l’impronta di carbonio derivante dalla produzione dell’imballaggio, dei rifiuti e anche dei processi utili per arrivare alla cioccolata pronta da mangiare e il tutto, ovviamente, è stato circoscritto al Regno Unito.

 

 

Quanta acqua per un po' di cioccolata

I tre formati analizzati riempiono il mercato per il 90% e considerando che gli anglosassoni, in media, consumano almeno 8 chili di cioccolato l’anno, la situazione non sembra buona. Un chilo di cioccolato richiede 10 mila litri di acqua in fase di produzione ma non solo, le emissioni di CO2 provocate arrivano fino a 4,2 chili. Inoltre, solo in questo territorio, le tonnellate di gas utili all’industria arrivano a toccare i 2,1 milioni, cifra paragonabile alle emissioni inquinanti derivanti da Belfast.

 

 

Perché la cioccolata inquina?

Ora capiamo da cosa dipendono queste cifre, quindi dobbiamo andare dove nasce il cacao, cioè nell’Africa meridionale e centrale. Ma come arrivano fino a noi? Deve percorrere una certa distanza ed essere poi sottoposto a un processo di trasformazione adeguato. Il livello di inquinamento rilevato, quindi, è frutto non solo della produzione letterale ma anche dal trasporto che coinvolge grandi distanze ma non solo, l’imballaggio e la refrigerazione che fanno sempre la loro parte.

 

 

L'impatto ambientale

Con questi dati non proprio confortanti si tende a sottolineare come il cioccolato abbia un grande impatto ambientale ma non si chiede di rinunciarci a tutto tondo, piuttosto si cerca di sensibilizzare il consumatore e anche il produttore, sulla scelta del formato da mettere in commercio, quindi, da acquistare sugli scaffali del supermarket.