Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 03 dicembre 2021 - Aggiornato alle 02:04
News
  • 23:52 | Rafa Nadal rassegnato: “Sarà Djokovic il primatista di Slam vinti”
  • 21:03 | Torino-Empoli 2-2: Romagnoli e La Mantia rimontano i granata
  • 17:48 | Economia, la ripresa forte dell'Italia
  • 17:30 | La classifica delle città più vivibili
  • 17:11 | Kjaer, coinvolti i legamenti: necessario l'intervento
  • 17:00 | Covid, i dati del 2 dicembre: tasso di positività al 2,5%
  • 16:48 | Lesione al legamento per Kjaer
  • 16:05 | Calcio: due giornate a Spalletti, salta Atalanta ed Empoli
  • 15:45 | Come vedere in tv tutte le partite della Serie A TIM, della Champions e molto altro
  • 13:17 | Vaccini, per Pfizer dovremo fare richiami per diversi anni
  • 13:15 | Ecumenismo alla Casa Bianca di Joe Biden, si celebra Hanukkah
  • 13:07 | Le otto nuove sale di Palazzo Maffei a Verona
  • 12:54 | Basket, Milano ufficializza Bentil: “Opportunità unica, la sfrutterò”
  • 12:34 | Cosa ha detto l'Onu sul lockdown a Natale
  • 12:20 | Fantacalcio Serie A TIM, i consigli per la sedicesima giornata
  • 09:55 | Il primo caso di variante Omicron negli Stati Uniti
  • 09:44 | Quattro squadre per uno Scudetto
  • 09:27 | Dallapiccola (Bambino Gesù) e il vaccino ai bambini: “Sicuro ed efficace”
  • 09:11 | L’ok dell’Aifa al vaccino per la fascia 5-11 anni
  • 09:02 | Il pareggio tra Sassuolo e Napoli (2-2)
Quali sono i pesticidi naturali da usare per gli alberi da frutto Frutti maturi sull'albero - Credit: iStock
GREEN 24 ottobre 2021

Quali sono i pesticidi naturali da usare per gli alberi da frutto

di Maura Corrado

Macerato d’ortica, olio di Neem, sapone di Marsiglia e Bacillus Thuringiensis terranno lontani gli insetti più pericolosi.

Coltivare alberi da frutto in modo naturale – quindi con metodo biologico – può regalare grandi soddisfazioni.

Per non lasciare che gli alberi da frutto vengano attaccati da insetti pericolosi - come la mosca della frutta, il calabrone, la Drosophila o la cocciniglia nera - è possibile ricorrere ad alcuni insetticidi di origine naturale. I pesticidi naturali in genere sono meno nocivi rispetto ai prodotti chimici in commercio. Se utilizzati al momento giusto, i pesticidi naturali possono essere efficaci e risolvere i problemi prima che gli insetti arrivino a danneggiare il raccolto.

 

 

Il macerato d’ortica

Tra gli insetticidi naturali per gli alberi da frutto c’è innanzitutto il macerato di ortica. Oltre a essere totalmente biologico, può essere autoprodotto molto semplicemente, consentendo un notevole risparmio economico rispetto ai fitofarmaci in commercio. Le ortiche sono un’erba spontanea molto comune e semplice da riconoscere. Si tratta, dunque, di un ingrediente facilmente disponibile per realizzare un antiparassitario biologico che non richiede il patentino per l’utilizzo. Le foglie di ortica sono urticanti, contengono acido formico e acido salicilico, proprietà da utilizzare contro i parassiti.

 

 

Come si prepara

Per la preparazione del macerato insetticida occorre all’incirca un chilo di piante di ortica tagliate alla base (le radici non servono), da lasciar macerare in dieci litri di acqua. L’acqua è meglio che sia piovana. Se si usa quella della rete idrica, va lasciata decantare per alcune ore, in modo che vadano perse le sostanze disinfettanti volatili (soprattutto il cloro). È da prediligere l’uso della pianta fresca. Tuttavia, si possono lasciar macerare anche foglie secche: in questo caso il rapporto diventa di 100 grammi di foglie secche per 10 litri d’acqua. Il tempo di infusione è di uno o due giorni. Successivamente, il composto va filtrato ed è pronto da usare: va spruzzato sulle piante senza ulteriore diluizione.

 

 

L’olio di Neem

Tra i migliori pesticidi naturali per gli alberi da frutto, c’è poi l’olio di Neem. Il Neem (Azadiracta Indica) è un albero sempreverde originario di India e Birmania. Si tratta di una pianta di grandi dimensioni che produce dei bei fiori bianchi e poi un frutto simile all’oliva. Ecologico e atossico per l’uomo, l’olio di Neem non disturba neanche le api. L’azadiractina è il principio attivo, presente sia nei semi che nell’olio (ottenuto proprio dalla spremitura a freddo dei semi), e viene estratto anche per produrre gli insetticidi commerciali consentiti in agricoltura biologica. Per difendere orto e frutteto, dunque, è possibile acquistare i prodotti in commercio o utilizzare direttamente il più naturale e meno costoso olio di Neem puro. È sufficiente diluire l’olio puro in acqua e spruzzarlo sulla pianta. Per una migliore efficacia, questa operazione va effettuata nelle ore serali (evitando, invece, di farlo in pieno giorno), in quanto la molecola di azadiractina è fotosensibile. In questo modo sarà possibile difendersi da differenti tipi di insetti come tripidi, afidi, altica, lepidotteri, ecc.

 

 

Il sapone di Marsiglia

Con il termine “sapone di Marsiglia” si indica il sapone molle di potassio, che chimicamente è un sale di potassio di acidi grassi. Lo conosciamo soprattutto per l’uso domestico legato all’igiene personale e alla detersione del bucato. Tuttavia, grazie alle sue proprietà insetticide, questo prodotto ecologico si rivela molto utile anche per uso agricolo. È un prezioso alleato di chi coltiva orto e piante da frutto con metodi naturali, utile per contrastare, in particolare, gli insetti di piccole dimensioni come cocciniglie, psilla del pero e afidi. Il sapone di Marsiglia viene utilizzato sia per uccidere gli insetti che per fare da “adesivo”, cioè per far meglio aderire alle piante altri trattamenti (come olio di Neem o piretro), migliorandone l’efficacia.

 

 

Dosi e modalità di utilizzo 

Per utilizzare il sapone di Marsiglia come pesticida naturale per alberi da frutto, su grandi estensioni, le dosi consigliate per il sapone solido o in pasta sono di 1-2 kg di prodotto per ogni ettolitro di acqua, in cui va diluito. Per l’utilizzo su estensioni ridotte – come gli alberi piantati nel giardino di casa – vanno ridotte le quantità, mantenendo però le stesse proporzioni. Quindi: 10-20 grammi/litro, se si usa il classico spruzzino, o 150-300 grammi per una pompa a spalla da 15 litri. Se il sapone utilizzato è in formula liquida, le dosi sono espresse diversamente e il rapporto diventa di 10-20 ml di sapone per ogni litro d’acqua. Per l’utilizzo del sapone di Marsiglia come “adesivo” per altri trattamenti, le dosi si riducono drasticamente, fino a dieci volte, diventando di 1-2 ml (o grammi, se solido) litro e, per trattamenti su superfici estese, 100-200 gr o ml/ettolitro.

 

 

Bacillus Thuringiensis

Tra i pesticidi naturali per alberi da frutto, un prodotto molto interessante è il Bacillus Thuringiensis. Il Bacillus Thuringiensis è un batterio, un organismo unicellulare. La sua caratteristica peculiare è di essere sporigeno. Insieme alla spora si libera un cristallo ed è quest’ultimo ad avere un’azione insetticida. Esistono tre ceppi principali di questo batterio: Kurstaki; Tenebronis; Israelensis. I diversi ceppi di Bacillus Thuringiensis sono efficaci su diversi tipi di insetti: quindi hanno differenti impieghi su alberi da frutto, orto e giardino bio. Va aggiunto che questo rimedio ecologico non crea problemi alle api o alle coccinelle.

 

 

Come si usa

Tra i tipi di Bacillus Thuringiensis appena elencati, il più interessante è il BTK (Bacillus Thuringiensis Kurstaki), perché è quello che colpisce le larve di buona parte degli insetti nocivi per le piante da frutto, l’orto e il giardino. La sua efficacia è prevalentemente contro i lepidotteri come cavolaia, piralide, tignola, falena e processionaria. Piralidi e tignole, in particolare, sono flagelli che colpiscono spesso il frutteto. Gli insetticidi a base di Bacillus Thuringiensis sono reperibili in commercio (soprattutto online), di solito sotto forma di granuli idrosolubili. In questo caso, sarà sufficiente sciogliere in acqua l’insetticida e spruzzarlo sulla pianta. Tuttavia, sulla confezione di ogni prodotto sono presenti informazioni dettagliate su dosi e modalità di utilizzo.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle