TimGate
header.weather.state

Oggi 05 luglio 2022 - Aggiornato alle 11:30

 /    /    /  Quanto è importante la sostenibilità per i giovani
Quanto è importante la sostenibilità per i giovani

Una pianta cresce sulla mano di un giovane- Credit: Pexels

GREEN04 ottobre 2021

Quanto è importante la sostenibilità per i giovani

di Melissa Viri

E' la generazione X a essere più sensibile verso la sostenibilità.

Quello della sostenibilità è un problema che tocca tutte le generazioni, mai più di adesso è diventato di interesse centrale, specie per i giovani. Secondo una ricerca coloro che sono nati tra il 1995 e il 2010, appartengono alla generazione più attenta alla questione legata alla sostenibilità. Sia per quanto riguarda gli sprechi alimentari che l'uso oculato delle risorse, prestano un livello di attenzione maggiore rispetto alle generazioni precedenti.

 

 

La sostenibilità ambientale

La cosiddetta generazione Z è legata al tema dell'ambiente più di quanto si pensasse. Sono proprio i giovanissimi ad adottare uno stile di vita considerato eco-friendly e prestare attenzione elevata non solo al settore alimentare ma anche al rispetto in generale. I sondaggi effettuati dimostrano infatti che mantenere l'ambiente pulito è una delle priorità degli adolescenti che attuano dei comportamenti rispettosi verso la natura e gli animali, molto di più rispetto ai loro genitori.

 

Sono proprio loro ad invogliare alla raccolta differenziata e a prestare attenzione ai comportamenti tenuti sia dentro che fuori casa. Per i giovani, la sostenibilità è un tema sensibile a livello globale, al punto da non poter essere trascuro, è una priorità cui ognuno nel proprio piccolo deve prestare attenzione.

 

 

La sostenibilità parte dalla mobilità

I sondaggi confermano che i più giovani non hanno avuto difficoltà ad adeguarsi alle modifiche relative alla mobilità. Al fine di preservare le risorse infatti si sono adattati all'uso dei mezzi elettrici sia nelle grandi che nelle piccole città. Viene così incentivato l'uso di monopattini e bici elettriche in linea con i dettami della normativa globale.

 

Inoltre, sono proprio i più giovani a prediligere a tavola il Made in Italy e gli alimenti a km 0. In questo modo non solo si evitano gli sprechi ma si riducono anche i costi del trasporto incentivando le piccole realtà locali fortemente provate dalla crisi. Trattorie e ristorantini locali sono i luoghi preferiti dalla generazione z sempre alla ricerca di luoghi appartati e tradizionali a cui dare rilievo.

 

 

Gli sprechi alimentari e la sostenibilità sociale

Anche dal punto di vista delle distribuzione delle risorse e dei beni di prima necessità, sono i più giovani a rendersi conto di un dislivello con i paesi più poveri. Proprio loro stanno attenti a tematiche come quelle dell'immigrazione e prestano particolare attenzione a queste problematiche. Inoltre, i giovanissimi, fin dalla tenera età comprendono molto bene il concetto dello spreco alimentare e idrico, ridicendolo attraverso una modifica di quelle che possono essere considerate abitudini sbagliate o scorrette.