TimGate
header.weather.state

Oggi 15 agosto 2022 - Aggiornato alle 18:00

 /    /    /  Quanto inquina una macchina elettrica
Quanto inquina una macchina elettrica

Macchina elettrica in carica- Credit: iStock

GREEN16 agosto 2021

Quanto inquina una macchina elettrica

di Melissa Viri

Il mondo intero è alle prese con la transizione energetica: scopriamo di più sulle auto elettriche!

Si tratta di un passaggio storico e fondamentale per la sostenibilità ambientale, che prevede l'utilizzo di fonti rinnovabili anziché non rinnovabili. In questo contesto si inserisce l'avanzata delle auto elettriche, che nel giro di pochi anni andranno a sostituire le macchine con motore a benzina e diesel. Tutti i principali costruttori di automobili hanno sviluppato piani precisi per riuscire a centrare gli obiettivi dell'Unione Europea, che ha fissato all'anno 2035 la data ultima per lo stop alle vendite delle auto con motore endotermico. E più ci si avvicina alla transizione energetica, maggiori sono le domande sulle nuove vetture. Una delle più gettonate è la seguente: quanto inquina una macchina elettrica?

Lo studio dell'istituto Swedish Environmental Research Institute

Lo Swedish Environmental Research Institute con sede a Stoccolma, in Svezia, ha pubblicato un interessante studio sul ciclo di vita delle batterie agli ioni di litio che muovono i nuovi veicoli. Il dato che emerge è enorme: tra i 150 e 200 kg per ogni kWh di potenza. Si tratta però di immissioni indirette, perché legate alla lavorazione dei materiali per la realizzazione degli accumulatori e alle attività minerarie. Inoltre, lo studio ha preso in considerazione due delle vetture elettriche più vendute, come la Nissan Leaf e la Tesla Model S, che montano ciascuna accumulatori da 30 e 100 kWh: la produzione di ognuno genera un consumo rispettivamente di 5,3 e 17,5 tonnellate di anidride carbonica.

Il futuro

Complici anche gli investimenti sulle nuove tecnologie, tra pochi anni è verosimile che la situazione sia molto diversa da quella attuale. A questo proposito, la ricercatrice Mia Romare ha affermato che la produzione delle future batterie dovrebbe causare un livello di emissioni infinitamente più basso rispetto a quello delle batterie di oggi. Inoltre, la Romare suggerisce alle istituzioni di incentivare le case automobilistiche per la realizzazione di auto elettriche più piccole. In questo modo si avranno accumulatori di dimensioni minori rispetto a quelli montati sui modelli più grandi.

L'inquinamento acustico

Un altro tipo di inquinamento da prendere in considerazione è quello di tipo acustico. Al giorno d'oggi consideriamo il rumore del traffico come la normalità, in realtà è vero il contrario. Lo sviluppo delle macchine elettriche e la loro presenza sempre più consistente nella rete stradale consentirà di abbattere l'attuale inquinamento acustico, migliorando dunque in maniera considerevole la qualità della vita delle persone. Infine, non bisogna dimenticare che al momento gli accumulatori di cui sono dotate le auto elettriche consentono l'eliminazione totale delle polveri sottili e degli ossidi di azoto mentre si guida.