Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Per Conoscere
    • Ricette
    • Sport
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 20 giugno 2021 - Aggiornato alle 01:00
Live
  • 22:05 | Basket, ad Amburgo l’Italia stende anche la Repubblica Ceca 83-71
  • 21:05 | Ewan McGregor e il film sulla scalata dell’Everest
  • 20:38 | Matteo Berrettini è in finale sull’erba del Queen’s
  • 19:09 | Covid: quanti sono i morti, regione per regione
  • 19:03 | MotoGP 2021, Germania: Rossi 'vede nero' per la gara e il 2022
  • 19:02 | Chi vuole, potrà avere la seconda dose di AstraZeneca
  • 17:30 | In Italia 1.197 nuovi positivi su 250mila tamponi. 28 i morti
  • 17:24 | Covid, come ottenere il Green pass sull’app Immuni
  • 17:01 | Iran, il nuovo presidente è l'ultraconservatore Raisi
  • 15:59 | MotoGP 2021, Germania: Zarco centra la pole position al Sachsenring
  • 15:45 | La nuova fondazione di Kate Middleton
  • 15:27 | Il Museo Etnografico di Sassari diventa un atelier
  • 14:13 | Edoardo e Sophie di Wessex festeggiano 22 anni di matrimonio
  • 13:15 | Litosfera: com'è fatta la Terra
  • 12:15 | Filetto di salmone al forno con patate
  • 12:15 | Estate 2021: le soluzioni preferite dagli italiani
  • 12:07 | Ibrahimovic operato al ginocchio
  • 11:56 | Mancini pensa a un po’ di turnover per il Galles
  • 11:45 | Chi è Florin Vitan, tiktoker che sogna di fare l'attore
  • 11:45 | Tabella tempi di cottura sottovuoto bassa temperatura
Rifiuti pericolosi e non pericolosi, la differenza Contenitore di rifiuti pericolosi - Credit: iStock
GREEN 27 dicembre 2020

Rifiuti pericolosi e non pericolosi, la differenza

di Melissa Viri

I rifiuti speciali possono essere definiti pericolosi e non pericolosi: scopriamo la differenza!

I primi richiedono uno smaltimento speciale che contribuisce a ridurne la pericolosità, in modo da non costituire un rischio per l'ambiente.

Rifiuti urbani, speciali e pericolosi

I rifiuti si suddividono in due grandi insiemi: i rifiuti urbani e i rifiuti speciali.

I primi sono di fatto tutti quelli prodotti a livello domestico, compresa la raccolta differenziata, e sono gestiti dagli enti locali, ovvero solitamente dai Comuni. I rifiuti speciali sono invece quelli prodotti da aziende, fabbriche e attività produttive di vario genere, che vengono smaltiti da aziende autorizzate.

 

Ovviamente le lavorazioni industriali producono una grande quantità e varietà di rifiuti, molto più onerosi da smaltire rispetto a quelli che possono essere gli scarti di un'abitazione privata. I rifiuti speciali vengono quindi suddivisi in pericolosi e non pericolosi, in base a diversi criteri.

Rifiuti pericolosi e smaltimento

I rifiuti pericolosi sono quelli che contengono una grande quantità di sostanze inquinanti. Devono quindi essere smaltiti seguendo iter particolari per evitare che queste sostanze vengano liberate nell'ambiente. Ad ogni specifica tipologia di rifiuto, in base anche alla tipologia di sostanze che contiene, corrisponde una specifica procedura per il trattamento e lo smaltimento.

 

Queste operazioni devono essere svolte da aziende certificate ed autorizzate ad operare in questo campo, che tengono registri di tutti i materiali prelevati e trattati dai diversi clienti. In molti casi è possibile rendere innocue o inerti le componenti inquinanti, mentre in altri casi è necessario provvedere ad isolare e stoccare i rifiuti con tecniche specifiche, che impediscano agli agenti nocivi di liberarsi nell'ambiente.

Trattamento e smaltimento dei rifiuti

Tutti i rifiuti speciali, anche quelli classificati come non pericolosi, devono essere trattati e smaltiti da aziende specializzate seguendo particolari criteri a seconda della loro tipologia. I registri, obbligatori per i rifiuti speciali, permettono di risalire, in caso di necessità o se si sospettano illeciti, a chi ha prodotto determinati rifiuti e chi era incaricato del loro trattamento e smaltimento.

 

I Comuni si incaricano della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti urbani, lasciando alle aziende l'onere di smaltire i propri rifiuti speciali.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle