Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 19 aprile 2021 - Aggiornato alle 15:45
Live
  • 16:30 | "Sindrome di Stendhal" di Emanuele Aloia è su TIMMUSIC
  • 16:30 | Travis Barker e la dedica a Kourtney Kardashian
  • 16:11 | “Hermitage” è il nuovo album dei Moonspell, l’intervista
  • 16:10 | Spazio, l'elicottero Ingenuity della Nasa ha volato su Marte
  • 15:35 | Cos'è "Bauli in piazza" e chi sono gli artisti che hanno aderito
  • 15:35 | I giorni decisivi del Recovery Plan (Pnrr)
  • 15:20 | Quali tipi di plastica si possono riciclare?
  • 15:17 | I coreografi dei vip: chi sono i più famosi
  • 15:12 | 10 segnali per capire se le piaci
  • 15:05 | Lo smart working fa bene all'ambiente, dati e vantaggi
  • 15:03 | Perché si chiamano “soap opere”?
  • 14:55 | Kate Middleton è la vera erede del principe Filippo
  • 14:53 | Fabrizio De André, quali sono le canzoni più amate
  • 14:40 | Kanye West vorrebbe frequentare un’artista
  • 13:31 | L'apprensione internazionale per Navalny
  • 13:30 | Un terremoto scuote il calcio: ecco che cos'è la Super League
  • 13:05 | Economia italiana, la scommessa di Draghi sulla crescita
  • 13:00 | Paul McCartney, 12 artisti reinterpretano il suo ultimo album
  • 12:31 | L'iceberg più grande del mondo si è sciolto
  • 12:15 | Amici 20, i fan intervistano Martina: il video in esclusiva per TIM
Salviette umidificate fai da te, un'alternativa per salvaguardare l'ambiente Donna che pulisce una maniglia con una salvietta - Credit: iStock
GREEN 3 aprile 2021

Salviette umidificate fai da te, un'alternativa per salvaguardare l'ambiente

di Melissa Viri

È possibile optare per un'alternativa etica ed economica ossia le salviette umidificate fai da te

Salviette umidificate fai da te per evitare sprechi e rispettare l'ambiente

Gli anni passano e se da una parte cresce la sensibilità verso l'ecosistema e l'ambiente, dall'altra aumenta il consumo di prodotti monouso.

Soprattutto nel settore igienico-sanitario la spesa che ogni famiglia sostiene annualmente per articoli come pannolini, assorbenti e fazzoletti è davvero alta.

 

Tra questi prodotti ce n'è uno poi di cui viene fatto un consumo eccessivo. Si tratta delle salviette umidificate che soprattutto per l'igiene del neonato e del bambino vengono spesso usate anche quando non è necessario. Fortunatamente è possibile optare per un'alternativa etica ed economica ossia le salviette umidificate fai da te. Si tratta di un perfetto compromesso per avere la comodità di una salvietta sempre pronta all'uso e allo stesso tempo evitare la produzione di inutili rifiuti.

Salviette fai da te per neonati

Realizzare delle comode salviette umidificate in casa è molto semplice. Come prima cosa è necessario procurarsi dei quadrati di stoffa grandi circa 10x15 cm. Per poter essere utilizzate sulle pelli sensibili dei bambini è consigliabile utilizzare del cotone o del lino bianchi, affinché la colorazione del tessuto non irriti l'epidermide. Occorre a questo punto creare un'emulsione con dei prodotti specifici per bambini come le creme idratanti o detergenti utilizzate solitamente per il cambio pannolino.

 

Un'alternativa a questi prodotti possono essere le stesse creme specifiche però per pelli sensibili e tendenti all'arrossamento. In un contenitore versare un'abbondante noce di crema, una punta di pasta di zinco e dell'acqua distillata e miscelare per qualche minuto. In una vaschetta in plastica con coperchio, come quelle per i surgelati, posizionare tre fazzoletti di stoffa precedentemente tagliati, lavati ed asciugati e versarvi sopra sufficiente quantità di emulsione per umidificarle. Le salviette sono pronte all'utilizzo e ad essere lavate e riutilizzate numerose volte ripetendo lo stesso processo iniziale.

Salviette da viaggio o da borsetta fai da te multiuso

Con lo stesso procedimento illustrato precedentemente è possibile realizzare delle salviette multiuso da portare sempre con sé. L'unica differenza consiste nella preparazione della miscela. Infatti l'emulsione per salviette per i neonati deve essere molto delicata. Le salviette multiuso fai da te invece possono essere utilizzate per quando si è fuori casa e anche per mantenere igienicamente protette le mani.

 

Procurarsi allora una crema idratante e del disinfettante non alcolico ad azione antibatterica. Procedere come per le salviette umidificate per neonati e disporre allo stesso modo i fazzoletti di stoffa in un piccolo contenitore ermetico affinché possa entrare comodamente dentro una borsetta.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle