Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 06 marzo 2021 - Aggiornato alle 11:00
Live
  • 11:00 | Colla di pesce fatta in casa, la ricetta
  • 10:43 | Google rilascerà una nuova versione di Chrome ogni quattro settimane
  • 10:20 | Basket, Serie A 2020/2021: il programma della ventunesima giornata
  • 10:00 | Budino ai semi di chia
  • 09:38 | TIM e Caritas insieme per l’ambiente e per il sociale
  • 06:00 | Rassegna stampa: il Papa in Iraq, le misure anti-Covid in Italia
  • 23:55 | Le pagelle della quarta serata di Sanremo 2021
  • 23:50 | Fallo di mano: ecco come cambia la regola
  • 23:33 | Di cosa parla il film che ha vinto il Festival di Berlino
  • 21:57 | Eurolega: Olimpia Milano corsara a Kaunas, Zalgiris piegato 64-69
  • 20:16 | 20 giga al mese più streaming illimitato su 50 milioni di canzoni
  • 18:30 | "La coppia quasi perfetta", la serie Netflix dedicata all'anima gemella
  • 18:30 | Covid, in Italia altri 24mila positivi
  • 18:23 | Il Museo del Novecento si rinnova con opere inedite
  • 17:51 | Covid, la situazione in Italia continua a peggiorare
  • 17:34 | Covid, cosa cambia per le zone in "arancione scuro"
  • 17:17 | Covid, così la variante brasiliana reinfetta i guariti
  • 16:16 | A Venezia una retrospettiva del fotografo Mario De Biasi
  • 16:15 | Martina Attanasio, biografia della giovane attrice
  • 16:08 | Chiara Nasti: altezza, età e fidanzato della influencer
Seme libero, che cosa significa? Mano che lancia semi in un campo - Credit: iStock
GREEN 1 dicembre 2020

Seme libero, che cosa significa?

di Melissa Viri

Seme libero è un progetto cominciato 4 anni fa dall'incontro tra Fattoria di Vaira ed EcorNaturaSì

Da dove nasce

Seme libero, un progetto cominciato quattro anni fa dall'incontro tra Fattoria di Vaira nella persona di Peter Kunz e EcorNaturaSì con l'importante collaborazione della Cooperativa Gino Girolomini, nasce dalla volontà degli agricoltori di preservare ed esaltare talune tipologie di farro spelta e grano, tipiche dell'agricoltura di tipo biologico.

 

Proprio quest'ultima caratteristica determina, dunque, l'assenza di processi chimici di sintesi spesso impiegati nella coltivazione di questa tipologia di seme che, in questo modo, conserverà le sue peculiarità naturali.

L'attività di ricerca prese avvio proprio dal grano tenero e dal grado duro mentre, negli ultimi anni, si è sviluppata maggior attenzione nei confronti anche dei semi biologici nell'ottica di sviluppare il progetto in futuro.

Seme libero

Con il termine Seme Libero, in riferimento ai semi sopra citati, si fa riferimento ad un prodotto che non viene geneticamente manipolato, in questo modo esso può essere riprodotto dagli agricoltori. Non solo grazie a questa denominazione è possibile individuare i prodotti non sottoposti a monopolio o oligopolio di tipo economico.

 

Dunque, l'agricoltore può procedere alla riproduzione del seme che viene riconosciuto e successivamente registrato. Questo passaggio burocratico non deve essere interpretato come un brevetto, tipico di un marchio, ma semplicemente un riconoscimento che viene dato al genetista che si occupa dell'attività di selezione. L'obbiettivo, infatti, è quello di garantire la qualità di una specifica varietà di prodotto, o meglio di un seme, che possa rimanere tale nel corso del tempo.

I prodotti

Le farine e i prodotti finali, realizzati con esse, che riportano il marchio Seme Libero hanno l'obbiettivo di soddisfare le esigenze del consumatore. Questo permette di garantire grande qualità, acuendo il senso di responsabilità verso l'agricoltura e i suoi prodotti. La materia prima proviene da aziende agricole cosiddette biodinamiche che hanno come obbiettivo ultimo quello di preservare la buona salute dei terreni, la fertilità e la vitalità dei campi per permettere alla popolazione di accedere a cibi naturali di qualità, ricchi di nutrimenti e con un gusto autentico.

 

Solo in questo modo l'agricoltore è in grado di esaltare le caratteristiche di ogni seme, conferendo alla farina e a tutte quelle pietanze con essa realizzate un sapore unico.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle