TimGate
header.weather.state

Oggi 04 ottobre 2022 - Aggiornato alle 01:00

 /    /    /  Spreco alimentare, una ricchezza immensa gettata
Spreco alimentare, una ricchezza immensa gettata

Spreco alimentare- Credit: iStock

GREEN20 maggio 2020

Spreco alimentare, una ricchezza immensa gettata

di Melissa Viri

Numerose associazioni hanno affrontato l'argomento proponendo specifiche lezioni educative a scuola

Ogni anno vengono gettati nel cestino una quantità pari a 15 miliardi di cibo, 12 solo all'interno delle mura domestiche, considerando i passaggi all'interno delle varie filiere, il 21% del prodotto è sprecato.

 

Tutte queste informazioni sono state enucleate da Vincenzo Sanasi presidente del World Food Programme il quale ha insistito sul fatto che l'educaizone civica deve partire già dalla scuola e toccare i temi più caldi dell'eco-sostenibilità come quello dello spreco alimentare.

 

Se tutti gli essere umani facessero anche un minimo sforzo per aiutarsi l'un l'altro, numerose problemi come questi dello spreco sarebbero evitati. Solo spiegandolo già ai bambini i tenera età ne luogo dove gran parte della loro educazione e formazione si svolge, si potrebbe sensibilizzare l'umanità intera.

La mission del World Food Programme

Con oltre 86 milioni di persone raggiunte, il programma mondiale istituito dalle Nazioni Unite con sede a Roma è l'organizzazione più incisiva nella lotta contro la fame. Ogni anno distribuisce tre miliardi di pasti ai più bisognosi promuovendo la sostenibilità e la resilienza di quelle nazioni povere che non hanno di che nutrire la popolazione.

 

Nei contesti più difficili, il programma ha dimostrato di saper agire in modo celere ed efficacie favorendo il benessere dell'intera popolazione mondiale. La maggior parte degli interventi dell'associazione WFP sono localizzati nelle zone di guerra dove gran parte della popolazione rischia di morire di fame, l'impegno nella ricostruzione e nel sostegno di questo zone ne ha fatto il punto di riferimento per tutti coloro che desiderano dare una mano per risollevare le sorti dei Paesi colpiti dei più aspri conflitti.

Gli eventi per la popolazione

Il World Food Programme ogni anno organizza una serie di eventi per sensibilizzare i più giovani al corretto smaltimento dei rifiuti evitando inutili sprechi. Una delle ultime dimostrazioni è stata data da uno chef stellato che ha insegnato ai piccoli come dalle bucce della frutta si possa ricavare la marmellata e con l'acqua dei ceci si possano realizzare squisite meringhe.

 

In maniera semplice e veloce ma soprattutto chiara e diretta l'associazione ha mostrato come la natura regala all'uomo tutto il necessario per vivere, anche straordinarie tinte naturali che consentono di dipingere tele o stoffe.