TimGate
header.weather.state

Oggi 14 agosto 2022 - Aggiornato alle 21:30

 /    /    /  Squalo: caratteristiche e razze in via d'estinzione
Squalo: caratteristiche e razze in via d'estinzione

Squalo- Credit: Pexels

ANIMALI19 agosto 2021

Squalo: caratteristiche e razze in via d'estinzione

di Melissa Viri

Il rischio di estinzione di squali e razze è sempre più grande con il passare degli anni

In uno studio che è stato pubblicato nel mese di gennaio sulla famosa rivista scientifica Nature, questo tema è stato trattato molto approfonditamente, rilevando sia la loro diminuzione che indicando alcune delle cause di questa situazione.

Lo studio della rivista Nature

Squali e razze sono a rischio estinzione. Questo il succo dello studio che è stato pubblicato da Nature, la famosissima rivista scientifica, che ha indicato come la presenza degli squali e delle razze sia in calo a partire dal 1970.

Da questo si evince che circa tre quarti delle specie sono a rischio estinzione. La percentuale di diminuzione relativa ai dati del 1970 è del 71%.

 

Gli squali e le razze fanno parte del gruppo dei condroitti, con scheletro di cartilagine, la cui evoluzione è avvenuta circa 400 milioni di anni fa. Questi animali sono in pericolo soprattutto a causa della crescita esponenziale della pesca, che negli ultimi 50 anni è aumentata di circa 18 volte. Lo studio di Nature ha messo insieme i dati pervenuti dal Living Planet Index e dal Red List Index.

Le colpe dell’uomo nella diminuzione di squali e razze

Una delle maggiori responsabilità nella riduzione del numero di esemplari di squali e razze è la loro cattura accidentale, e questo porta al rischio estinzione per 3 delle 4 specie oceaniche degli squali. Questo potrebbe comportare come conseguenza anche dei danni all’ecosistema locale.

 

Anche se nell’immaginario collettivo lo squalo è sempre percepito come il predatore, in effetti può avere delle fragilità, e questo avviene quando vengono catturati con troppa frequenza. In questo modo, se gli squali non riescono a riprodursi il loro numero tende a diminuire velocemente. I pescatori non hanno tra le loro prede gli squali e le razze, ma in molti casi questi animali restano impigliati nelle reti e vengono quindi pescati mentre si cerca di catturare altri tipi di pesce.

 

Un report diffuso recentemente dal Wwf, ha chiarito che nel Mare Mediterraneo, alcune specie di squali come le verdesche, i gattucci e i mako, oltre che le torpedini, una varietà di razze, sono stati decimati negli ultimi anni e la loro sopravvivenza è in pericolo. Anche in questo report la causa principale è stata individuata nella sovrapesca.

 

In molti casi la carne di squalo viene spacciata come una specie commerciabile. Un esempio classico è quello della verdesca che viene commercializzata come pesce spada, e il nostro paese è uno dei mercati più floridi per questa tipologia di vendita.