TimGate
header.weather.state

Oggi 05 ottobre 2022 - Aggiornato alle 04:00

 /    /    /  Stoviglie biodegradabili: tutto quello che c'è da sapere
Stoviglie biodegradabili: tutto quello che c'è da sapere

- Credit: iStock

SOSTENIBILITÀ13 settembre 2022

Stoviglie biodegradabili: tutto quello che c'è da sapere

di Melissa Viri

Alcuni soluzioni green per evitare il consumo di plastica.

In un mondo sempre più inquinato dalla plastica, cominciano ad affiorare le prime soluzioni green per cercare di eliminare il più possibile dal nostro quotidiano gli utensili usa e getta come piatti e bicchieri di plastica.

Non è facile abituarsi a questo nuovo ritmo soprattutto se il consumo che ne facciamo è eccessivo ma bisogna cominciare a farlo per il benessere del nostro pianeta che è già inquinato da queste e altre sostanze chimiche e radioattive.

Da qualche anno esiste una soluzione ecologica e biodegradabile: le stoviglie ecologiche che, una volta utilizzate, possono essere gettate nell’umido insieme al materiale compostabile e quindi riciclabile al 100%. Certamente non hanno un costo irrisorio e non è facile trovarle dappertutto ma si può provare.

Bisogna fare attenzione all’utilizzo che se ne fa, in particolare alla temperatura usata in cottura, soprattutto in forno. Troviamo di tutto: bicchieri, piatti, teglie e accessori di ogni tipo.

Una degli e-commerce più forniti è senza dubbio Ecostoviglie dove troviamo un catalogo molto ricco all’interno del quale si spazia da stoviglie in polpa di cellulosa a quelle in foglia di palma. Qui troviamo anche bicchieri in plastica dura riutilizzabile: un altro modo per evitare sprechi inutili.

Di solito conviene utilizzare le stoviglie biodegradabili se abbiamo qualche evento in programma come un compleanno, ad esempio, dove la quantità di plastica utilizzata e buttata via sarebbe veramente troppa.

Giornalmente basterebbe utilizzare bicchieri e piatti in vetro e ceramica, limitando così l’uso della plastica e riducendola il più possibile.