Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 18 aprile 2021 - Aggiornato alle 01:00
Live
  • 08:35 | Economia italiana, la scommessa di Draghi sulla crescita
  • 01:43 | Martina è l'eliminata della quinta puntata del Serale
  • 00:40 | Di cosa parla la nuova serie di Courteney Cox
  • 00:07 | Un live action dedicato alle sorellastre cattive di Cenerentola
  • 23:35 | Hugh Jackman e Laura Dern protagonisti di “The Son”
  • 23:17 | “A very english scandal”, una miniserie con Hugh Grant su TIMVISION
  • 23:01 | Basket, Serie A: Shields guida l’Olimpia Milano, Virtus ko 94-84
  • 21:30 | I funerali del principe Filippo: le lacrime della regina Elisabetta
  • 18:30 | Covid, in Italia altri 310 morti
  • 17:43 | MotoGP 2021, Portogallo: Quartararo in pole a Portimao, Bagnaia beffato
  • 16:24 | David Bowie, esce un cofanetto con brani inediti e rarità
  • 16:14 | Lewis Hamilton scrive un altro record in Formula 1
  • 16:10 | Il nuovo singolo di Moby con Mark Lanegan è su TIMMUSIC
  • 16:00 | Che cos’è il Pnrr e perché così importante
  • 15:50 | I colori delle regioni dal 19 aprile
  • 15:45 | La riapertura di cinema, teatri e musei
  • 15:00 | Amarene sciroppate fai da te!
  • 14:47 | Chi è la grande amica del principe Filippo
  • 14:27 | Buon compleanno Victoria Beckham
  • 13:58 | Sarah Ferguson è stata esclusa dai funerali
Tutti i pianeti del sistema solare Ricostruzione grafica del sistema solare - Credit: iStock
GREEN 8 settembre 2020

Tutti i pianeti del sistema solare

di Melissa Viri

Il sistema solare può essere considerato il nostro quartiere all’interno di tutto l’universo

Ogni pianeta è una zona diversa con caratteristiche diverse ma sostanzialmente si dividono in terrestri (Mercurio, Venere, Terra e Marte) ed esterni (Giove, Saturno, Urano e Nettuno); i primi sono formati da metalli e rocce mentre i secondi sono prevalentemente gassosi.

 

Vediamo quindi le caratteristiche dei vari pianeti che formano il sistema solare.

Pianeti terrestri

Mercurio

Mercurio, è il pianeta più vicino al Sole e rispetto a quelli terrestri è il più piccolo; ha una una densità maggiore rispetto ai suoi fratelli interni ed ha il periodo di rotazione quasi uguale a quello di rivoluzione; il primo infatti si compie in 59 giorni mentre il secondo in 88,97 giorni.

 

La temperatura di Mercurio nell’area illuminata è molto alta: raggiunge infatti circa i 700 gradi Kelvin (pari a circa 450 °C ) per via della breve distanza e dal moto di rotazione molto lento. Non ha satelliti.

Venere

Venere ha caratteristiche molto simili a quelle terrestri (è al limite della cosiddetta "fascia vitale") ma l’alta concentrazione di CO2 rende il pianeta inabitabile; l’effetto serra infatti alza la temperatura ad una media di 400°C.

 

Si può facilmente vedere poco dopo il tramonto e l’alba in quanto i raggi solari si riflettono su di esso fino a farlo sembrare una stella.

Non ha satelliti.

Terra

Terzo pianeta del sistema solare, al centro della fascia vitale; è protetto dal vento solare dal suo intenso campo magnetico.

 

L’intensa attività vulcanica, unita alla precipitazione di vari asteroidi, ha consentito il formarsi di un’atmosfera che, insieme alla presenza di acqua negli oceani, ha permesso lo sviluppo e l’evoluzione della vita.

Marte

Di dimensioni leggermente inferiori alla Terra, Marte si trova ai limiti esterni della "fascia vitale"; ha un’atmosfera molto rarefatta ed è privo di campi magnetici che bloccano il vento solare.

 

Ha venti molto forti che causano enormi tempeste sabbiose, una temperatura che può arrivare nella fascia equatoriale anche a 254 °C e, come la Terra, ha delle stagioni che si alternano; l’atmosfera è principalmente formata da CO2 con buone quantità di vapore acqueo.

Pianeti gassosi

Giove

È il pianeta più grande del Sistema Solare ed è quello che ha influenzato maggiormente la non formazione di pianeti vivibili all’interno del sistema stesso; esso infatti ha delle caratteristiche (come l’enorme massa) che lo rendono più una stella mancata che un pianeta.

 

La parte esterna è formata da due gas, l’Elio e l’Idrogeno mentre quella interna è di Idrogeno metallico compatto (la pressione è oltre i 3 milioni di atmosfere); la sua vicinanza strutturale ad una stella è data non solo dalle sue caratteristiche fisico-chimiche ma anche dal suo moto rotatorio (di circa 10h) mentre quello di rivoluzione è 12 volte maggiore di quello terrestre e dalla presenza di ben 63 satelliti.

Saturno

La caratteristica di Saturno sono i suoi 7 anelli all’altezza dell’equatore formati da roccia e ghiaccio. La sua "grandezza" è di 700 volte della Terra mentre il suo "peso" è di 95 volte di quello terrestre ed ha una densità pari a quella del ghiaccio. La sua temperatura è in media di –185 °C.

 

Ha 62 satelliti di cui uno in particolare, Titano, è molto interessante in quanto ha una morfologia similare a quella della Terra all’atto della sua formazione.

Urano

Il suo moto rivoluzionario è pari a circa 84 anni ed ha una temperatura media di circa -214 °C; è formato da 3 strati formati (dall’esterno verso l’interno) da Idrogeno, metalli fusi e da un nucleo solido.

 

Una sua curiosità è che l’asse magnetico è fortemente inclinato rispetto a quello di rotazione di oltre 60" e che l’atmosfera gassosa di Metano, Idrogeno ed Elio lo dipinge di azzurro.

Nettuno

Di Nettuno si sa molto poco: ha un moto rivoluzionario di 165 anni mentre quello rotatorio è di circa 17 ore. È interessato da forti tempeste con venti di oltre 2.000 Km/h che le rendono le più forti di tutto il Sistema Solare.

Plutone

Non è un vero e proprio pianeta ma un pianeta nano e sembra che non sia neanche nato con il nostro sistema ma sia stato catturato in quanto non è infatti gassoso come i precedenti ma più simile come struttura a quelli di tipo terrestre.

 

Ha un periodo di rotazione abbastanza lento (6 giorni) mentre quello di rivoluzione è di 248 anni lungo un’orbita molto inclinata rispetto a quelle degli altri pianeti del Sistema Solare.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle