TimGate
header.weather.state

Oggi 13 agosto 2022 - Aggiornato alle 03:00

 /    /    /  castagne al forno
Castagne al forno: come farle morbide e facili da sbucciare

Castagne al forno- Credit: Pexels

RICETTE12 gennaio 2021

Castagne al forno: come farle morbide e facili da sbucciare

di Melissa Viri

Il sapore delle caldarroste è inimitabile, così come il loro inconfondibile odore

L'autunno porta con sé i primi freddi, i cieli nuvolosi, i boschi dalle fronde gialle o arancioni e le giornate trascorse al tepore casalingo, magari sgranocchiando qualche caldarrosta.

 

Le castagne sono il cibo per eccellenza dell'autunno: si raccolgono quando sono ancora nei loro ricci e le si consumano principalmente arrostite rigorosamente sulla carbonella.

 

Per avere un risultato del tutto similare anche in casa, un ottimo modo per cuocerle è in forno.

Le castagne al forno: come cuocerle

Il primo passo è scegliere castagne che hanno approssimativamente la stessa dimensione, in modo che la cottura sia uniforme e i commensali non si ritrovano castagne ancora crude.

 

È importante incidere le castagne, con un taglio che vada appena in profondità, evitando così che la castagna scoppi nel forno: a questo punto c'è chi preferisce metter in ammollo le castagne per almeno un'ora per avere una polpa morbida, mentre altri evitano questo passaggio perché preferiscono un frutto più croccante.

 

Disporre le castagne su una teglia rivestita di carta da forno e infornare a 180° in forno statico per circa 35 minuti (se le castagne sono piccole saranno sufficienti 25 minuti).

 

Le castagne al forno devono essere consumate caldissime, proprio come se fossero delle vere e proprie caldarroste.

 

Volendo si possono fare caramellare in padella con dello zucchero, sfumandole poi con del cognac, realizzando così un dolce originale adatto per concludere una cena raffinata.

I benefici delle castagne

La castagna è un frutto amato sin dai tempi antichi, essendo noto anche ai greci e ai romani: Varrone narra che gli innamorati usavano le castagne come pegno d'amore, mentre Ippocrate ne suggerisce il consumo come cibo lassativo, soprattutto consumate bollite.

 

Si tratta di un frutto assai benefico, essendo ricco di vitamine A e del gruppo B, proteine e sali minerali quali potassio, sodio, calcio, cloro e fosforo.

 

Le castagne sono considerate un alimento energizzante, saziante e ricostituente: sono dunque preziose per il buon funzionamento del sistema nervoso e per alleviare lo stress e l'ansia; grazie ai grassi Omega 3 e 6, fanno bene al cuore e abbassano i livelli del colesterolo cattivo; regolarizzano l'intestino; combattono l'anemia.

 

Non a caso la castagna è stata per lungo tempo considerata alla stregua del pane, in particolare per quelle popolazioni rurali più povere che non potevano permettersi di comprare il pane.