TimGate
header.weather.state

Oggi 02 luglio 2022 - Aggiornato alle 00:00

 /    /    /  Come addensare la crema pasticcera: trucchi e consigli

Torta con crema pasticcera- Credit: Pexels

RICETTE24 maggio 2022

Come addensare la crema pasticcera: trucchi e consigli

di Melissa Viri

Crema pasticcera, i passi da seguire perché si addensi in modo perfetto.

É genuina, si presta a mille interpretazioni e costituisce la base per la realizzazione di dolci al cucchiaio, torte e bignè: è la crema pasticcera, un vero "must" per gli amanti del dessert. Facile da preparare con pochi, semplici ingredienti, necessita di un certo grado di densità per assolvere perfettamente ai suoi compiti ed è forse questa l'unica, piccola difficoltà nella preparazione di una perfetta crema pasticcera. Scopriamo allora come ottenere sempre una crema dalla consistenza ottimale.

Trucchi per addensare la crema calda o fredda

Latte, uova, zucchero: ecco gli ingredienti sufficienti a preparare una crema pasticcera da utilizzare in mille ricette. Un risultato perfetto si riconosce dall'aspetto lucido e dalla morbidezza rivelata dal cucchiaio che affonda nella crema dal tipico colore giallo. Ma cosa fare se alla fine del procedimento la crema risulta liquida? Nessuna paura, non occorre gettare via tutto e ricominciare daccapo: ecco alcune semplici soluzioni.

 

Per la crema ormai fredda procuratevi 2 fogli di colla di pesce per ogni kg di preparazione. Tagliateli a pezzetti e immergeteli in acqua per 5/10 minuti fino a quando non risulteranno morbidi. Poneteli poi sul fuoco insieme a un po’ di latte e fate sciogliere lentamente prima di aggiungere la gelatina alla crema pasticcera. Ricordate di mescolare accuratamente per evitare la formazione di grumi.

 

Se invece vi accorgete che la vostra crema, ancora calda, non ha raggiunto la necessaria consistenza, rimettete la pentola sul fuoco aggiungendo 1 cucchiaio di amido di riso o di mais per ogni litro di latte adoperato. Oltre a restituire densità alla crema, questi ingredienti le donano un aspetto più lucido e non provocano quei grumi tanto fastidiosi da eliminare.

Gli addensanti: qualche consiglio per un risultato professionale

La temperatura di cottura troppo bassa, un'errata quantità di farina o di uova sono gli errori che più frequentemente impediscono alla crema di condensarsi correttamente. I maestri pasticceri consigliano di porre particolare attenzione anche alla scelta dell'addensante: sostituire la farina comunemente utilizzata nelle preparazioni domestiche con l’amido di riso o di mais ha infatti molti vantaggi.

 


La maizena (o amido di mais) ad esempio, consente di ottenere una crema particolarmente densa, ideale per farcire millefoglie, realizzare decorazioni o preparare dolci al cucchiaio. Con l'amido di riso, invece, si può preparare una crema più morbida e liscia, indicata per l'infarcitura di bignè e torte. Per ogni ricetta, dunque, è richiesta la giusta densità: così la crema pasticcera dimostra una volta di più la sua grandissima versatilità.