TimGate
header.weather.state

Oggi 15 maggio 2022 - Aggiornato alle 14:00

 /    /    /  Pasta e fagioli con le cotiche alla romana
Pasta e fagioli con le cotiche alla romana

Pasta e fagioli con le cotiche alla romana- Credit: iStock

RICETTE02 marzo 2021

Pasta e fagioli con le cotiche alla romana

di Melissa Viri

Un piatto per chi ama i sapori forti

Pasta e fagioli con le cotiche è una ricetta romana, tipica della cucina povera che, però, è fra i piatti più gustosi che si possano preparare.

 

Per farla in modo classico ci vuole un po’ di tempo, ma ne vale sicuramente la pena, anche perché non c’è niente di meglio che gustarla accompagnata da una bella fetta di pane casereccio e un bicchiere di vino rosso.

 

Di sicuro non è un primo leggero, ma uno strappo alla dieta ogni tanto si può fare; la cosa importante è farsi mettere da parte le cotiche di maiale, chiedendo al proprio macellaio di fiducia o al reparto salumeria dei supermercati.

 

Volendo, alla ricetta si possono aggiungere anche le salcicce, per un piatto ancora più ricco e saporito.

 

Vediamo, ora cosa vi servirà per realizzare una pasta e fagioli con le cotiche alla romana originale.

Ingredienti per la pasta e fagioli con le cotiche alla romana

Per 4 persone dovrete procurarvi:

  • 250 g di ditaloni rigati,
  • 400 g di fagioli borlotti secchi,
  • carota,
  • sedano,
  • cipolla,
  • 200 g di cotenna di maiale,
  • aglio,
  • olio,
  • pepe,
  • sale,
  • pomodori pelati,
  • mentuccia romana,
  • vino bianco,
  • 3-4 salsicce macinate.

Preparazione della pasta e fagioli con le cotiche alla romana

La sera prima è necessario mettere in ammollo i fagioli in abbondante acqua fredda così da renderli più morbidi; quando possibile sarebbe meglio usare fagioli freschi che rendono ancora più saporito questo piatto.

 

Il giorno successivo, dopo averli risciacquati, vanno posti in una casseruola, coperti di acqua e messi a cuocere con l’aglio per circa un’ora.

 

A questo punto bisogna dedicarsi alle cotiche che devono essere bollite in acqua e vino per circa 60 minuti; successivamente vanno scolate e fatte bollire di nuovo in acqua per un’altra ora fino a che non saranno morbide.

 

Quando sono pronte, se sono troppo grandi, vanno tagliate a strisce.

 

In un’altra pentola mettete carote, sedano e cipolla tagliati a pezzettini, unite l’olio e fate soffriggere lentamente fino a quando non appassiscono, poi aggiungete le salsicce divise in pezzi e fatele dorare sfumando con il vino bianco.

 

A mezza cottura mettete i pomodori pelati, il sale e continuate a far cuocere.

 

Aggiungete le cotiche e i fagioli e fate bollire ancora lentamente. Nel frattempo vanno preparati i ditalini, lasciandoli molto al dente perché poi vanno uniti agli altri ingredienti e il tutto deve essere insaporito ben bene.

 

Prima di servire aggiustate di sale e pepe e, se volete, accompagnate con del pane bruscato.