Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 19 aprile 2021 - Aggiornato alle 16:30
Live
  • 16:30 | "Sindrome di Stendhal" di Emanuele Aloia è su TIMMUSIC
  • 16:30 | Travis Barker e la dedica a Kourtney Kardashian
  • 16:11 | “Hermitage” è il nuovo album dei Moonspell, l’intervista
  • 16:10 | Spazio, l'elicottero Ingenuity della Nasa ha volato su Marte
  • 15:35 | Cos'è "Bauli in piazza" e chi sono gli artisti che hanno aderito
  • 15:35 | I giorni decisivi del Recovery Plan (Pnrr)
  • 15:20 | Quali tipi di plastica si possono riciclare?
  • 15:17 | I coreografi dei vip: chi sono i più famosi
  • 15:12 | 10 segnali per capire se le piaci
  • 15:05 | Lo smart working fa bene all'ambiente, dati e vantaggi
  • 15:03 | Perché si chiamano “soap opere”?
  • 14:55 | Kate Middleton è la vera erede del principe Filippo
  • 14:53 | Fabrizio De André, quali sono le canzoni più amate
  • 14:40 | Kanye West vorrebbe frequentare un’artista
  • 13:31 | L'apprensione internazionale per Navalny
  • 13:30 | Un terremoto scuote il calcio: ecco che cos'è la Super League
  • 13:05 | Economia italiana, la scommessa di Draghi sulla crescita
  • 13:00 | Paul McCartney, 12 artisti reinterpretano il suo ultimo album
  • 12:31 | L'iceberg più grande del mondo si è sciolto
  • 12:15 | Amici 20, i fan intervistano Martina: il video in esclusiva per TIM
Semplice ma gustoso: risotto fave e pecorino Risotto fave e pecorino - Credit: iStock
RICETTE 6 aprile 2021

Semplice ma gustoso: risotto fave e pecorino

di Melissa Viri

Il risotto fave e pecorino è un primo piatto semplice e saporito da cucinare

La preparazione è molto semplice ma il risultato ottimo.

L'equilibrio di sapori e consistenze che si ottiene mixando al meglio tutti questi ingredienti è unico. Il tocco in più può essere dato con del prosciutto crudo stagionato che permette di decorare il piatto e godere della bontà anche con la vista. Inoltre, al croccantezza del prosciutto crudo si abbina perfettamente a tutti gli altri ingredienti concludendo il piatto alla perfezione.

 

Per la preparazione è indispensabile avere delle fave fresche di piccole dimensioni, così da poterle inserire a metà cottura e non avere bisogno di più tempo perché siano pronte. Infine, per quanto riguarda il pecorino, la cosa migliore è disporre di due formaggi a stagionatura diversa, uno che si amalgami al piatto e la'ltro che regali quel gusto piccantino della stagionatura.

Ingredienti

  • 300 g di riso Arborio
  • 150 g di prosciutto crudo stagionato e tagliato spesso
  • 200 g di fave già sgusciate
  • 30 g di burro chiarificato
  • 50 g di pecorino fresco
  • 40 g di pecorino stagionato
  • 600 ml di brodo vegetale

Preparazione

In un tegame a bordi alti far rosolare il prosciutto crudo precedentemente tagliato a cubetti senza l'aggiunta di olio. La fiamma deve essere alta perché il prosciutto si croccantizzi bene.

 

A questo punto, mettere da parte una piccola quantità di prosciutto per la decorazione e aggiungere il riso. Lasciare tostare e insaporire a fiamma alta per qualche minuto, sfumare con del vino bianco e iniziare la preparazione del risotto abbassando un po' la fiamma.

 

Non appena sarà evaporato tutto l'alcool, aggiungere il brodo vegetale con il mestolo e proseguire la cottura per 15-20 minuti, fino a quando non avrà la consistenza giusta per i propri gusti. sarebbe preferibile lasciare il risotto un po' più al dente per un sapore e una consistenza migliori.

 

Aggiungere le fave quasi a cottura ultimata e girare bene perché si amalgamino alla perfezione.

Mantecatura del riso

A fuoco spento, si può mantecare il riso con burro e pecorino. In primis aggiungere il burro chiarificato, mescolando bene perché oggi chicco sia ben sgranato, poi il pecorino fresco e da ultimo, proprio prima di impattare il pecorino stagionato.

 

Chi non ama il sapore forte e piccante del pecorino può anche sostituirlo con parmigiano oppure ometterlo completamente.

 

Servire aggiungendo prosciutto croccante. Gli ingredienti sono tutti già abbastanza sapidi, pertanto aggiustare di sale solo se necessario.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle