TimGate
header.weather.state

Oggi 07 ottobre 2022 - Aggiornato alle 20:00

 /    /    /  Il nuovo accordo sui vaccini tra l'Ue e Moderna
Il nuovo accordo sui vaccini tra l'Ue e Moderna

- Credit: Pixabay

COVID-1910 agosto 2022

Il nuovo accordo sui vaccini tra l'Ue e Moderna

di Michela Cannovale

Previsti anche 15 milioni di richiami supplementari adattati alla variante Omicron

Le consegne dei vaccini anti-Covid sviluppati da Moderna ai paesi Ue inizialmente previste per l'estate in corso sono state spostate al prossimo autunno-inverno.

 

È quanto prevede il nuovo accordo raggiunto tra la Commissione Europea e la casa farmaceutica statunitense, il cui obiettivo è posticipare l'arrivo delle dosi a quando i paesi ne avranno più bisogno - la stagione più fredda - e non ne rimangano a corto nel corso delle rispettive campagne vaccinali.

 

In base all'intesa saranno consegnati anche 15 milioni di richiami supplementari adattati alla variante Omicron in base al via libera dell'Ema. 

 

Come ha affermato la commissaria alla Salute Ue Stella Kyriakides, 'Per garantire al meglio la nostra preparazione comune contro il Covid in autunno e inverno, gli Stati membri devono disporre degli strumenti necessari. Ciò include i vaccini adattati alle varianti, come e quando saranno autorizzati dall'Agenzia europea per i medicinali. L'aumento della vaccinazione contro la Covid-19 e i tassi di richiamo saranno essenziali e per garantire al meglio la nostra preparazione comune, gli Stati membri devono disporre degli strumenti necessari. L'accordo con Moderna garantirà che gli Stati membri abbiano accesso alle dosi di vaccini delle quali hanno bisogno in tempo utile per proteggere i cittadini'.