TimGate
header.weather.state

Oggi 07 agosto 2022 - Aggiornato alle 21:01

 /    /    /  L'allerta per il taglio del gas russo in 10 paesi Ue
L'allerta per il taglio del gas russo in 10 paesi Ue

- Credit: Pixabay

ENERGIA23 giugno 2022

L'allerta per il taglio del gas russo in 10 paesi Ue

di Michela Cannovale

La Germania ha già attivato il livello di allarme. Timmermans: 'Rischiamo l'interruzione dei flussi da Mosca'

Italia, Svezia, Austria, Danimarca, Paesi Bassi, Slovacchia, Francia, Finlandia, Polonia e Bulgaria: sono questi, secondo quanto riferito da SkyTG24, i dieci paesi europei che hanno diramato un 'avvertimento iniziale' di allerta per un possibile taglio totale alle forniture di gas da parte della Russia.

 

Rischi soprattutto per il prossimo inverno

Secondo il vicepresidente della Commissione europea Frans Timmermans, intervenuto al Parlamento Europeo, il pericolo di una 'totale interruzione' nelle forniture da Mosca in Europa 'è oggi più reale che mai'. Il rischio di rimanere senza gas non si corre tanto adesso, visto che 'gli attuali livelli di riempimento' dei gasdotti sono più alti del 50% della capacità totale, 'ben al di sopra dello scorso anno', ma per il prossimo inverno.

 

Come ha affermato il capo dell’Agenzia internazionale per l’Energia Faith Birol in un'intervista con il Financial Times, infatti, 'l'Europa dovrebbe essere pronta nel caso in cui il gas russo sia tagliato completamente'. Ecco perché, ha precisato, è positivo che le nazioni abbiano avviato la produzione a carbone come misura di emergenza, che perlomeno aiuterà a preservare le forniture di gas per il riscaldamento dei prossimi mesi.

 

La Germania ha attivato il piano emergenziale per il gas

Ai dieci paesi che hanno lanciato l'allerta si aggiunge anche la Germania, già colpita dal calo unilaterale delle forniture da parte di Mosca. 

 

Il vicecancelliere tedesco e ministro dell’Economia Robert Habeck, che ha avvertito che 'il gas in Germania è già un bene scarso', ha dunque annunciato l'attivazione del piano emergenziale: il Paese dovrà 'ridurre l'uso del gas già d'estate', perché i mesi sono 'ingannevoli', ma l'inverno 'arriva e dobbiamo riempire i depositi'. 

 

'Ci troviamo in uno scontro economico con la Russia e il gas viene usato come arma. Servono tutte le misure politiche per fare in modo che ci sia abbastanza gas', ha aggiunto, sottolineando di sperare ancora che non si arrivi 'mai' al razionamento del gas in Germania, ma di non poter 'escludere completamente uno scenario del genere'.

 

Speciale, la guerra di aggressione russa in Ucraina