Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie Clicca Qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

menu
Oggi 30 maggio 2020 - Aggiornato alle 14:05
Live
  • 15:25 | Gravina: 'Il calcio italiano ne esce rafforzato'
  • 15:24 | Il nuovo singolo di Tones and I è su TIMMUSIC
  • 15:21 | Roger Federer è l’atleta più pagato al mondo
  • 15:19 | La Lega chiede al governo di anticipare la Coppa: 12 e 13 giugno
  • 14:38 | La reunion dei Take That nella speciale playlist di TIMMUSIC
  • 13:26 | Calcagno (Aic): 'Giocare solo nei preserali e la sera'
  • 12:28 | Trump ha annunciato la rottura dei rapporti con l'Oms
  • 12:18 | Chi sono i 4 finalisti di "Amici Speciali - con TIM insieme per l'Italia"
  • 12:18 | Involtini di vitello con prosciutto e mozzarella
  • 12:15 | Torta gelato meringata
  • 11:55 | La riapertura dei confini regionali
  • 11:08 | In tutti gli Usa continuano le proteste per l'uccisione di George Floyd
  • 10:59 | Formula 1, la Williams è in vendita
  • 10:39 | Serie A fino ad agosto: che succede con i contratti in scadenza?
  • 09:56 | Icardi al Psg, c’è l’accordo con l’Inter
  • 09:41 | Come pianificare la pubblicazione di un tweet
  • 09:00 | Domenica In, Mara Venier nella bufera per il cachet di Pamela Prati
  • 09:00 | La campagna digitale #MirrorTheWorld di Westwood
  • 09:00 | Batteria del cellulare: tutti i problemi che puoi riscontrare
  • 09:00 | Cosa si intente per sostenibilità ambientale
Abdul Nasser Qardash Abdul Nasser Qardash - Credit: Foto Twitter / The Guardian
STATO ISLAMICO 21 maggio 2020

L'arresto di Qardash, successore di al Baghdadi

di Michela Cannovale

Era il probabile candidato alla guida dell'Isis dopo l'uccisione del califfo

L’Iraq ha fatto sapere di aver arrestato Abdul Nasser Qardash, candidato a guidare l’Isis dopo la morte del califfo al Baghdadi a seguito del blitz americano in Siria lo scorso 26 ottobre.

È lo stesso che dai militanti jihadisti si faceva chiamare Abu Ibrahim al Hashemi al Quraishi. Altre volte è stato identificato come Amir Mohammed Abdul Rahman al-Mawli al-Salbi.

 

Secondo quanto riporta al Arabiya, la sua cattura è arrivata “dopo un’accurata indagine dei servizi segreti” dell’intelligence nazionale irachena. “Qardash – si legge – ha ricoperto posizioni di leadership nell’organizzazione sin dai tempi di al Zarqawi, fino a raggiungere il ruolo di capo del comitato delegato sotto il califfato di al Baghdadi e ha guidato le battaglie a Baghuz”.

 

Non aveva ancora cominciato a ricoprire il ruolo di leader dell’Isis (ricoperto invece da Amir Mohammed Abdul Rahman al-Mawli al-Salbi, che pure conta diversi alias, come Haj Abdullah, Abu Abdullah al-Qurashi e Abdullah Qardash). Il suo compito non è ancora stato chiarito, così come non si conoscono i dettagli della sua cattura.

 

Cosa sappiamo della del passato di Qardash

Secondo l’agenzia Amaq, Qardash era un “veterano della jihad”. Nato in Iraq da una famiglia di origini turkmene, ha studiato la legge della sharia all’università di Mosul ed è poi entrato nell’esercito iracheno ai tempi di Saddam Hussein. Ha incontrato al Baghdadi nel 2004 durante la prigionia a Camp Bucca.

 

“Da quel momento in poi – scrive Repubblica – è cominciata la sua ascesa”. È considerato l’ideatore del genocidio degli yazidi a Sinjar e alla deportazione dei civili nelle Ninive irachene nel 2014. Sulla sua testa pendeva una taglia Usa di cinque milioni di dollari.

 

------------------------------------------------

- LEGGI ANCHE:

Leggi tutto su News