Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 25 ottobre 2020 - Aggiornato alle 10:04
Live
  • 15:01 | La playlist di TIMMUSIC con le hit da ascoltare a tutto volume
  • 09:00 | Luffa spugna, guanto o spray: proprietà curative
  • 07:45 | Ricette per un brunch light
  • 07:06 | Lazio-Bologna 2-1, Inzaghi: 'Immobile parla con i gol'
  • 06:00 | I titoli dei giornali di domenica 25 ottobre
  • 06:00 | L’Università di Macerata sbarca in un videogioco
  • 00:42 | Ancora una sconfitta per l’Italrugby contro l’Irlanda
  • 00:19 | Basket, Serie A: la Virtus Bologna passa a Varese 73-85
  • 00:01 | Basket, Serie A: Reggio Emilia piega la Germani Brescia 83-67
  • 23:33 | Luis Alberto e Immobile fanno sorridere la Lazio
  • 21:13 | L’Inter torna a vincere e blinda la porta per la prima volta
  • 21:00 | Finisce l'ora legale, torna l’ora solare
  • 20:03 | Genoa-Inter 0-2, risolvono Lukaku e D'Ambrosio
  • 20:00 | Jean-Claude Van Damme ha salvato un chihuahua
  • 19:10 | Covid, come avviene il contagio durante una cena?
  • 18:58 | Covid, come richiedere il bonus da 1800 euro
  • 18:56 | Che fine hanno fatto gli attori di Dancing Days
  • 18:52 | Azzolina: "Focolai a scuola? Non sono un rischio"
  • 18:30 | Cosa fare se siete stati a contatto con un positivo al Covid
  • 18:12 | Barcellona-Real 1-3, colpo Zidane che ora respira
L'uomo arrestato per sbaglio nell'attacco di Parigi - Credit: Urman Lionel / Abaca / Ipa / Fotogramma
FRANCIA 27 settembre 2020

L'uomo arrestato per sbaglio nell'attacco di Parigi

di Gianluca Cedolin

Scambiato per un complice, stava solo inseguendo il terrorista

Tra gli arrestati per l'attacco terroristico in cui sono stati accoltellati un uomo e una donna, a Parigi, vicino alla vecchia sede di Charlie Hebdo, c'era inizialmente anche un 33enne algerino, ritenuto complice dell'attentatore 18enne.

Dopo diverse ore di interrogatorio, invece, gli investigatori hanno finalmente capito che il suo ruolo nella vicenda era stato tutt'altro: il 33enne aveva sentito delle grida provenire da rue Nicolas Appert (quella del massacro del 2015 nella redazione del giornale satirico) e avevo visto qualcuno allontanarsi con la mannaia per poi farla cadere; a quel punto, si era lanciato nell'inseguimento.

 

Ha inseguito l'attentatore mentre questo scendeva le scale della metro, lo aveva raggiunto chiedendogli cos'avesse fatto, ma il 18enne lo aveva minacciato con il taglierino ed era riuscito a salire su un treno. A quel punto l'uomo si era rivolto subito a un poliziotto per indicargli la direzione in cui era scappato il terrorista, ma a quel punto, scrive Il Corriere della Sera che racconta la storia, sono iniziati gli equivoci. Alcuni agenti hanno detto di lasciarlo stare, altri hanno iniziato a perquisirlo.

 

Lasciato in un primo momento libero, l'algerino (in Francia dal 2011) stava andando a casa per prendere i documenti per presentarsi in commissariato e testimoniare, quando la polizia ha visto nei filmati di videosorveglianza che parlava con l'attentatore e ha deciso di bendarlo e arrestarlo. Dopo diverse ore, gli investigatori l'hanno alla fine rilasciato, chiarendo l'equivoco: “Credevo mi avrebbero trattato come un eroe, invece sono finito dietro le sbarre”, ha commentato amaro l'uomo, preso di mira solo per aver deciso di non girare la testa dall'altra parte.

Leggi tutto su News