TimGate
header.weather.state

Oggi 26 maggio 2022 - Aggiornato alle 16:32

 /    /    /  Usa, il primo anno di presidenza di Biden
Usa, il primo anno di presidenza di Biden

- Credit: MPNC / IPA / Fotogramma

STATI UNITI20 gennaio 2022

Usa, il primo anno di presidenza di Biden

di Tina Carlyle

Il suo discorso: "È stato un anno di difficoltà, ma anche ;un anno di enormi progressi"

È passato un anno da quando, il 20 gennaio 2021, è stata ufficialmente inaugurata la presidenza di Joe Biden e Kamala Harris alla guida degli Stati Uniti d'America.

 

Ecco cosa ha detto Biden in un bilancio in conferenza stampa a 365 giorni dal suo ingresso alla Casa Bianca:

 

- "È stato un anno di difficoltà, ma anche un anno di enormi progressi", ha iniziato, facendo riferimento a quanto detto qualche ora prima, e cioè che gli Usa un anno prima erano "sull'orlo del collasso" e che oggi hanno un tasso di disoccupazione del 3,9% (contro il 6,4%), il record di 6,4 milioni di nuovi posti di lavoro (contro la perdita di 9,4 milioni), il 74% degli adulti completamente vaccinati (contro l'1% un anno fa) e il 95% delle scuole aperte (contro il 46%). Tra i successi menzionati anche il piano di aiuti anti Covid da 1.900 miliardi e quello sulle infrastrutture da 1.250 miliardi.

 

- Riguardo alla situazione coronavirus, ha assicurato: "Non torneremo ai lockdown, non chiuderemo più le scuole, ma dobbiamo vaccinarci. Chi deve, faccia la terza dose". E spiegando che presto il virus "non farà più paura", ha poi sottolineato: “So che c'è molta frustrazione, ma questo è a causa del Covid che crea ansia e panico. Ma ora dobbiamo immaginare un futuro oltre la pandemia".

 

- Quanto alla questione economica ha detto: "È un bene che la Federal Reserve ricalibri gli aiuti all'economia. La crescita è il miglior rimedio all'inflazione. La cosa migliore per affrontare i prezzi alti è rendere l'economia più produttiva", ha ribadito, menzionando tra le priorità la soluzione del problema della catena di fornitura, così come la riduzione dei costi per le famiglie, dagli asili all'energia, attraverso il suo piano "Build Back Better".

 

- Biden si è poi detto soddisfatto del lavoro della vicepresidente Kamala Harris, e ha affermato: "La vicepresidente Kamala Harris correrà di nuovo con me alle presidenziali del 2024".

 

- In riferimento alla politica estera, Biden ha parlato di Russia, Cina e Iran. “Sarà un disastro per la Russia se invade l'Ucraina", ha sottolineato, notando come vi saranno "sanzioni severe" e "perdite umane" anche per Mosca e ricordando di aver mandato già 600 milioni di equipaggiamento militare sofisticato a Kiev. "Penso che Putin non voglia una guerra conclamata, ma che stia testando l'Occidente e la Nato per quanto può". Il leader del Cremlino, ha proseguito, "pagherà un grave e caro prezzo" se invade l'Ucraina. Riguardo alla Cina, invece, Biden si è detto "incerto" se allentare o rimuovere in questa fase le sanzioni e i dazi che penalizzano le importazioni dal Paese, misure in buona parte introdotte dal suo predecessore Donald Trump. Sull'Iran: "Non è ancora l'ora di abbandonare il tavolo dei negoziati sul programma nucleare".