Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 05 dicembre 2020 - Aggiornato alle 19:00
Live
  • 18:14 | Ricetta Chicken muamba
  • 18:54 | Google offrirà su News Showcase anche articoli protetti da paywall
  • 18:26 | Mario Balotelli riparte dalla Serie B: accordo con il Monza!
  • 18:01 | Il videogame “Metal Gear Solid” diventerà un film
  • 17:52 | Spezia-Lazio 1-2, risolvono Immobile e Milinkovic-Savic
  • 17:30 | Covid-19, Italia: 662 decessi in 24 ore
  • 17:30 | Le dieci relazioni segrete di lady Diana
  • 17:21 | Cosa sappiamo del nuovo album degli Evanescence
  • 17:12 | Fonseca in emergenza: 'Out Smalling e Veretout'
  • 17:08 | De Laurentiis: 'L'accordo con Gattuso c'è da un mese e mezzo'
  • 17:07 | Pioli: 'Noi come il Leicester? E' stata una situazione unica'
  • 17:05 | Allegri: 'Vorrei allenare in Premier. Ronaldo il più forte'
  • 16:59 | Laura Pausini ha vinto La Voz Spagna con Kelly Isaiah
  • 16:45 | Balotelli al Monza, lunedì la firma
  • 16:28 | The Weeknd e la nuova versione di "Blinding Lights" con Rosalìa
  • 16:21 | Basket, Serie A 2020-2021: il programma della decima giornata
  • 16:15 | Massaman curry, ricetta
  • 14:45 | Addio al penultimo cane della regina Elisabetta
  • 14:23 | Leonardo Lamacchia, chi è il cantante di Amici 2020
  • 13:47 | Tradizioni natalizie italiane, le più belle
Michael Bloomberg Michael Bloomberg, in corsa per la nomination democratica 2020 - Credit: Stefani Reynolds / IPA / Fotogramma
CAUCUS IN NEVADA 21 febbraio 2020

Michael Bloomberg, il miliardario che (per ora) divide i democratici

di Luigi Gavazzi

L'ex sindaco di New York è partito male nel confronto con gli altri candidati alle primarie

La campagna elettorale per le primarie democratiche negli Stati Uniti – la lunga battaglia che deciderà che sfiderà Trump alle elezioni presidenziali di novembre 2020 – ha preso quota mercoledì 19 febbraio con il dibattito a Las Vegas che precede i caucuses in Nevada, sabato 22 febbraio.

I partecipanti al dibattito

Al dibattito hanno partecipato:
– Joe Biden
– Michael Bloomberg
– Pete Buttigieg
– Amy Klobuchar
– Bernie Sanders
– Elizabeth Warren

Quello di Las Vegas è stato il primo dibattito nel quale c’era anche Michael Bloomberg, il miliardario di 78 anni, ex sindaco di New York City, che ha deciso di concorrere per la nomination democratica, mutando il contesto complessivo della contesa.

Bloomberg, il bersaglio degli altri

Come si è visto nel corso del confronto, Bloomberg è diventato il bersaglio privilegiato degli avversari, probabilmente preoccupati dall’ascesa del miliardario nei sondaggi e soprattutto dalla valanga di soldi che sta spendendo per arrivare alla convention di luglio a Milwaukee con più delegati e diventare così l’anti-Trump del partito.

Sessismo e discriminazione di genere

Bloomberg è stato attaccato soprattutto per alcuni commenti sessisti e degradanti riservati in passato ad alcune sue dipendenti e in relazione a pesanti accuse di discriminazione di genere nella sua azienda.

Stop-and-frisk a Nyc

Sotto accusa anche la mano pesante della polizia di New York quando era sindaco, soprattutto con la pratica del cosiddetto “stop-and-frisk”: una sorta di fermo momentaneo di polizia per interrogatori e perquisizioni personali alla ricerca di armi e droga.

Bloomberg è stato sindaco di New York City dal 2002 al 2013. Da sempre democratico, si registrò come repubblicano nel 2001 per concorrere alla prima poltrona della città.

Perché Bloomberg può ottenere la nomination

Anche se Bloomberg è in difficoltà davanti agli attacchi degli altri democratici, la sua candidatura potrebbe comunque uscire vincente se il dibattito si spostasse definitivamente sulla “capacità di vincere nel confronto con Trump”.

 

 

Sanders, in testa ai sondaggi fra i dem, dicono i detrattori nel partito, e anche molti osservatori, sarebbe sicuramente sconfitto dall’attuale presidente perché è troppo radicale, socialista, come lui stesso si definisce, anche se le sue posizioni sono assai vicine alla tradizionale, rassicurante, socialdemocrazia europea.

 

 

Buttigieg, che per ora è il candidato con più delegati, ha poca esperienza e – sempre secondo alcune correnti del partito – faticherebbe ad attrarre il voto della working class più tradizionalista perché è omosessuale. Entrambi sono poi in difficoltà, dicono gli esperti, con il voto della popolazione di colore. Joe Biden finora è non pervenuto. Warren non sembra in grado sfondare e ha comunque le stesse difficoltà di Sanders e Buttigieg con il voto delle minoranze. Klobuchar, infine, finora non ha convinto quasi nessuno, anche se è stata scelta dall’editorial team del New York Times.

 

 

In questo stallo, senza una candidatura davvero forte capace di convincere il partito e l’elettorato democratico di avere un cavallo vincente contro Trump, ecco che un altro miliardario, Bloomberg, potrebbe farcela, usando l’esperienza, una grande quantità di denaro e il successo da imprenditore. Senza la volgarità e il disprezzo per la prassi istituzionale del suo avversario. Forse all’America pragmatista potrebbe bastare.

I più visti

Leggi tutto su News