TimGate
header.weather.state

Oggi 03 luglio 2022 - Aggiornato alle 23:00

 /    /    /  Un'altra crisi di governo in Bulgaria
Un'altra crisi di governo in Bulgaria

Il primo ministro bulgaro, Kiril Petkov- Credit: Volodymyr Tarasov/Ukrinform / Ipa-Agency.Net / Fotogramma

EUROPA23 giugno 2022

Un'altra crisi di governo in Bulgaria

di Gianluca Cedolin

Possibili nuove elezioni dopo il voto di sfiducia

Ieri, 23 giugno 2022, il parlamento bulgaro ha votato la sfiducia al governo del primo ministro Kiril Petkov, vincitore delle elezioni sette mesi fa con il partito anti-corruzione Noi continuiamo il cambiamento e a capo del governo in coalizione con altri tre partiti. Hanno votato per la sfiducia 123 parlamentari, mentre 116 erano contrari: l’esito era prevedibile, scrive Il Post, visto che a inizio giugno Slavi Trifonov, comico a capo del partito populista C’è un tale popolo, aveva ritirato il suo partito dalla coalizione, per dei disaccordi legati alla spesa pubblica e allo sblocco della procedura di adesione all’Unione europea della Macedonia del Nord.

 

Ora Petkov, o qualcuno dell’opposizione, dovrà cercare di trovare una nuova maggioranza di governo, altrimenti il presidente bulgaro Radev dovrà indire nuove elezioni. Sarebbe la quarta volta da aprile 2021, in un paese, la Bulgaria, che è il più povero dell’Unione europea ed è attraversato da forti tensioni socio-economiche. Petkov, 42 anni, economista laureato ad Harvard, con la vittoria del suo partito alle elezioni e la formazione del governo aveva interrotto un lungo periodo di proteste e instabilità.