TimGate
header.weather.state

Oggi 29 settembre 2022 - Aggiornato alle 13:00

 /    /    /  Perché il riscaldamento globale provoca anche inondazioni e alluvioni
Perché il riscaldamento globale provoca anche inondazioni e alluvioni

- Credit: Kelly Sikkema / Unsplash

Ambiente16 agosto 2022

Perché il riscaldamento globale provoca anche inondazioni e alluvioni

di Carlo Beretta

Gli eventi estremi sono conseguenze delle altissime temperature estive

 

 

 

Generalmente si associa il cambiamento climatico al caldo. Ma non a tutti è chiaro come questo sia collegato a eventi estremi come forti piogge, nubifragi, alluvioni. Proviamo a capire.

Come abbiamo potuto sperimentare nei mesi estivi del 2022, il cambiamento climatico sta comportando un aumento della temperatura in tutto il mondo, dai poli all'equatore. Tra le conseguenze ci sono, per esempio, la siccità e gli incendi, osservato in tutta Europa questa estate.

Ma c'è un altro risultato dovuto al clima che diventa più caldo: gli eventi estremi, come le inondazioni. Dovremmo aspettarcene sempre di più, con il passare dei mesi.
Ce lo insegna in maniera molto semplice Matt Taylor, scienziato e meteorologo della Bbc.

Taylor parte da un punto facile da capire anche per chi non sappia nulla di meteorologia: il clima caldo crea umidità e vapore acqueo nell'aria.

Quindi: più le temperature aumentano drasticamente, maggiore è la quantità di acqua che evapora. E maggiore è la quantità di vapore acqueo accumulata nell'atmosfera.

Di conseguenza: con un notevole e forte aumento delle temperature, aumenteranno anche le possibilità di piogge abbondanti, improvvise. E concentrate su un territorio più piccolo rispetto al solito.

In sintesi: con il cambiamento climatico non aumenta solo il caldo nei mesi estivi, ma anche il numero di inondazioni. Il meteo, in alcune aree del pianeta, come la nostra, continuerà quindi a essere molto variabile. E le variazioni sono destinate a essere sempre più estreme.