TimGate
header.weather.state

Oggi 06 luglio 2022 - Aggiornato alle 00:06

 /    /    /  Perché il cancelliere austriaco si è dimesso
Perché il cancelliere austriaco si è dimesso

- Credit: Omar Marques / SOPA Image/SIPA / IPA / Fotogramma

VIENNA10 ottobre 2021

Perché il cancelliere austriaco si è dimesso

di Tina Carlyle

Era già indagato per favoreggiamento della corruzione

Avevamo parlato qui dello scandalo in cui è stato coinvolto il cancelliere austriaco e leader del partito Oevp (democristiano e conservatore), Sebastian Kurz, indagato per "favoreggiamento della corruzione".

 

Secondo quanto riferito dai media locali, alcuni tra i suoi più stretti collaboratori, soprattutto fra i membri dello staff stampa, erano infatti oggetto di un'inchiesta sui sondaggi d'opinione e annunci pubblicati dal partito sul quotidiano Osterreich e mandati in onda sulla tv privata "oe24", entrambi di proprietà della famiglia Fellner. I sondaggi sarebbero stati pagati dal ministero delle finanze, per un totale di 1,3 milioni di euro.

 

A pochi giorni dall'apertura di quell'inchiesta, Kurz ha annunciato di aver consegnato le sue dimissioni: "Sarebbe irresponsabile lasciare il nostro Paese nel caos e nello stallo, sarebbe anche irresponsabile l'esperimento di una coalizione a quattro che dipenderebbe dalle grazie dei Freiheitlichen di Herbert Kickl. Pongo l'interesse del Paese davanti al mio", ha affermato nell'annuncio delle dimissioni, aggiungendo che resterà in parlamento come capogruppo e leader dell'Oevp e che, comunque, "le accuse sono false e lo dimostrerò".

 

"Ho proposto al presidente Alexander Van der Bellen il ministro degli Esteri Alexander Schallenberg come mio successore", ha fatto sapere infine il cancelliere, dopo il veto dei Verdi.