Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 22 settembre 2020 - Aggiornato alle 17:47
Live
  • 17:09 | L'app per conoscere i risultati delle elezioni di tutti i comuni
  • 16:49 | Italia-Olanda a Bergamo in memoria delle vittime del Covid
  • 16:49 | Risotto zucchine e stracchino
  • 16:42 | Totti: 'Il mio futuro? Farò delle cose carine'
  • 16:31 | Ufficiale, 0-3 alla Roma per il pasticcio Diawara
  • 16:26 | Gillette e Givenchy entrano nel gaming con Animal Crossing
  • 16:16 | La playlist di TIMMUSIC con le più belle copertine di album
  • 16:00 | Ultimo, il nuovo singolo "22 settembre" è su TIMMUSIC
  • 15:50 | Le conseguenze della vittoria del Sì al referendum
  • 15:46 | Spadafora: 'Dal 7 ottobre apertura stadi in percentuale'
  • 15:15 | Cinque spunti di riflessione dopo la prima di Serie A
  • 15:00 | Juve, il nuovo attaccante è Alvaro Morata
  • 14:44 | Presto il seguito de “La Passione di Cristo” di Mel Gibson
  • 14:21 | Belen e il party a sorpresa per i suoi 36 anni: ecco chi c'era
  • 13:30 | Coperte a plaid
  • 13:06 | Chi è Robert Kardashian
  • 12:04 | Come pagare il parcheggio a Roma usando lo smartphone
  • 12:00 | Torta pesche e yogurt
  • 11:53 | Sampdoria in marcatura su Candreva che però prende tempo
  • 11:42 | Il prestito di Esposito alla Spal
Barcellona, proteste Barcellona, proteste - Credit: SOPA Images / SIPA/SIPA / IPA / Fotogramma
SPAGNA 9 agosto 2020

La Catalogna ha approvato una mozione contro la monarchia

di Michela Cannovale

Dopo la fuga "ridicola e scandalosa" del re emerito Juan Carlos

Con 69 voti a favore e 65 contrari, il Parlamento regionale della Catalogna ha approvato una mozione non vincolante contro la Monarchia spagnola a seguito dell’auto-esilio del re emerito Juan Carlos.

 

L’approvazione della proposta è stata possibile grazie ai voti della maggioranza secessionista composta dai partiti di centrosinistra JpC, ERC e CUP, i primi a presentare la risoluzione in base alla quale viene stabilito che "la Catalogna è una repubblica e quindi non riconosce né vuole avere un re" (punto 1) e che la "saga borbonica" è "una calamità storica".

Nella risoluzione, la dinastia borbonica viene collegata al franchismo e si afferma che il "patto costituzionale del 1978" non è riuscito a schermare "la continuità di una monarchia delinquente" (punto 4).

 

Nel testo, inoltre, si legge che “l'unico modo per superare questo regime monarchico è quello di costruire efficacemente la repubblica catalana come Stato di diritto”, in linea con quanto già affermato dalla Camera regionale catalana, e “la volontà espressa dal popolo catalano” durante il referendum sull'indipendenza dell'ottobre 2017 (punto 5).

 

Il presidente della Comunità autonoma di Catalogna Quim Torra ha spiegato che la mozione è stata votata alla luce della fuga di Juan Carlos, definita “uno scandalo straordinario e ridicolo su scala internazionale”.

 

Per Torra è “estremamente grave” che il governo di Pedro Sanchez “copra questa fuga spudorata” senza far sapere dove sia andato esattamente il re emerito e con quali soldi sia riuscito a partire. Motivo per cui il presidente ha invitato il governo nazionale a indire un referendum sulla monarchia o a dimettersi “se non vogliono giustificare lo scandalo della monarchia”

 

Contrari alla risoluzione, invece, i partiti di centrodestra Cs e PP, che hanno definito i punti 1, 4 e 5 della mozione “incostituzionali”.

Leggi tutto su News