TimGate
header.weather.state

Oggi 12 agosto 2022 - Aggiornato alle 14:40

 /    /    /  Le condanne per gli attentati del 2015 a Parigi
Le condanne per gli attentati del 2015 a Parigi

- Credit: William Abenhaim/SIPA / Ipa-Agency.Net / Fotogramma

FRANCIA30 giugno 2022

Le condanne per gli attentati del 2015 a Parigi

di Gianluca Cedolin

Ergastolo per Salah Abdeslam, l'unico attentatore ancora vivo

Sono stati condannati tutti e venti gli imputati nel processo per gli attacchi terroristici del 13 novembre 2015 a Parigi, quelli in cui sono morte 130 persone (e ferite 400) tra il teatro Bataclan, lo Stade de France e alcuni locali del X e XI arrondissement. Diciannove dei venti imputati sono stati dichiarati colpevoli di tutti i capi d'accusa, compreso Salah Abdeslam, l'unico partecipante in prima persona agli attacchi ancora vivo.

 

Come scrive Il Post, Abdeslam è stato condannato per 'omicidi in banda organizzata, in relazione con un’organizzazione terroristica' e ha ricevuto la pena più dura prevista dalla legge francese, un ergastolo con possibilità di libertà condizionale solo dopo 30 anni di detenzione. La pena del 32enne non riguarda però l'uccisione delle 130 persone, ma il tentato omicidio di alcuni poliziotti da parte degli attentatori del Bataclan.

 

Abdeslam non era presente in prima persona al teatro, ma era uno dei principali organizzatori degli attentati, rivendicati dall'Isis. Il processo era iniziato lo scorso 8 settembre ed era il più grande tenuto in Francia dal dopoguerra, con 1.800 persone che si erano costituite parte civile.