Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 27 ottobre 2020 - Aggiornato alle 10:45
Live
  • 10:17 | Le manifestazioni violente nelle piazze italiane
  • 09:45 | Perché il Cile ha cancellato la Costituzione di Pinochet
  • 09:30 | Stati Uniti, come si elegge il presidente
  • 09:15 | Naan, ricetta del pane indiano
  • 06:00 | I titoli dei giornali di martedì 27 ottobre
  • 23:27 | Le cinque varianti di coronavirus trovate in Italia
  • 23:09 | Covid, Francia: "In realtà siamo a 100mila casi al giorno"
  • 23:09 | Il pareggio tra Milan e Roma (3-3)
  • 22:58 | Milan-Roma 3-3, gol e spettacolo a San Siro
  • 20:21 | Conte: 'Shakthar forte, non si vince a Madrid per caso'
  • 20:15 | TIM Super WiFi: fibra sicura e WiFi certificato
  • 19:56 | Conte spinge i suoi: “Ora Lukaku e Lautaro devono vincere”
  • 19:39 | Chi è 24kGoldn, star della hit "Mood"
  • 19:18 | Juventus vs Barcellona pure sul mercato: piace Gravenberch
  • 19:14 | Le novità dell’app per dispositivi mobili di Youtube
  • 18:56 | “Per un pugno di dollari” diventa una serie tv
  • 18:53 | MotoGP 2020, le pagelle del GP del Teruel ad Aragon
  • 18:22 | Donnarumma: 'Sto bene, chi lotta contro il virus non molli'
  • 18:19 | Su WhatsApp ora si possono silenziare le chat “per sempre”
  • 18:15 | Ryan Reynolds vota per la prima volta negli USA
Francia, il presidente Emmanuel Macron insieme al ministro dell'Economia, Bruno Le Maire Francia, il presidente Emmanuel Macron insieme al ministro dell'Economia, Bruno Le Maire - Credit: Blondet Eliot / ABACA / IPA / Fotogramma
CORONAVIRUS 21 settembre 2020

Perché in Francia il Covid non si ferma

di Michela Cannovale

Numeri allarmanti: 13mila nuovi positivi al giorno

Non accenna a decrescere la curva dei contagi da coronavirus in Francia.

Solo nella giornata di domenica 20 settembre, il Paese ha registrato 13.498 nuovi casi e 58 ulteriori focolai. Per il secondo giorno consecutivo è stata superata la soglia dei 13.000 infetti, quasi 300 in più rispetto al bilancio precedente.

 

Un bilancio allarmante che, secondo quanto ha spiegato Vittoria Colizza, direttrice di ricerca del laboratorio Epicx, all'Istituto nazionale francese di salute e ricerca (Inserm) di Parigi dipende da una concomitanza di fattori: tempistica, strumenti a disposizione del governo, gestione della pandemia da parte delle istituzioni, comportamenti poco rigorosi da parte dei cittadini.

 

“In reazione alla ‘stanchezza da coronavirus’ e alla mancata libertà dei mesi primaverili, a partire da fine giugno le abitudini dei francesi sono molto cambiate, soprattutto in vacanza, e i gesti barriera sono stati osservati con meno diligenza da tutti a prescindere dall’età. E in quel periodo il sistema di identificazione-tracciamento-isolamento non era, però, ancora abbastanza consolidato” ha spiegato Colizza.

 

“Anche se al momento non siamo ancora in grado di valutare con precisione l’incidenza del turismo sul rimbalzo dei casi – ha proseguito la ricercatrice – è chiaro che l’aumento dei contatti tra persone che hanno meno rispettato i gesti barriera e lo scambio di popolazioni tra varie regioni per le vacanze nell’Hexagone hanno contribuito all'attuale crescita della circolazione del virus”.

 

I pazienti ricoverati attualmente in Francia sono soprattutto anziani e soggetti con patologie pregresse – un trend, questo, rimasto sostanzialmente invariato rispetto ai primi mesi di emergenza.

 

A cambiare è stata invece la “geografia” dell’epidemia. Secondo quanto illustrato da Colizza, infatti, la prima ondata di Covid-19 aveva interessato perlopiù le regioni del Nord-Grande Est, Hauts de France e Ile de France, mentre ora la situazione è maggiormente critica in altri territori, in particolare Marsiglia, il dipartimento Bouches-du-Rhône, Bordeaux e la Costa Azzurra.

Leggi tutto su News