Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 02 agosto 2021 - Aggiornato alle 01:00
Live
  • 18:51 | Quante emozioni in Ungheria, alla fine vince Ocon
  • 18:15 | Basket, Olimpiadi: l’Italia sfiderà la Francia ai quarti
  • 18:00 | Covid, i dati dell'1 agosto: il tasso di positività è al 3,2%
  • 16:19 | Jacobs scrive la storia: medaglia d’oro nei 100 metri
  • 15:45 | Gianmarco Tamberi ha vinto la medaglia d’oro nel salto in alto
  • 13:23 | L’Italvolley maschile batte il Venezuela e passa ai quarti
  • 12:40 | Tennis, Alexander Zverev è medaglia d’oro
  • 11:08 | La bella vittoria del Napoli contro il Bayern (0-3)
  • 10:41 | Verso l’obbligo di green pass nei trasporti, da settembre
  • 10:21 | Nuoto, il bronzo nella 4x100 mista maschile
  • 08:53 | Riforma della giustizia, che cosa succede ora
  • 18:10 | L’Italvolley femminile cede alla Cina
  • 18:05 | Hamilton torna in pole position in Ungheria
  • 17:55 | Dal calcio al cinema: 10 motivi per guardare la tv con TIMVISION
  • 17:40 | G20 della Cultura al Colosseo, che cos'è la "Dichiarazione di Roma"
  • 15:30 | L'Italia è in fiamme da nord a Sud, roghi in tutto il Paese
  • 15:26 | Vaccino, la terza dose "a 12 mesi dalla seconda"
  • 15:13 | I possibili tamponi a prezzo calmierato
  • 13:08 | Basket, Olimpiadi: l’Italia piega la Nigeria 80-71 e centra i quarti
  • 10:09 | L’argento di Mauro Nespoli nel tiro con l’arco
Covid, vaccini e sospensione dei brevetti: i dubbi dell’Europa e di Merkel - Credit: cdc/Unsplash
economia e salute 7 maggio 2021

Covid, vaccini e sospensione dei brevetti: i dubbi dell’Europa e di Merkel

di Luigi Gavazzi

La domanda che viene posta è se sia la soluzione migliore per aumentare la produzione

Dopo l’importante sostegno di Joe Biden e dell’amministrazione Usa alla proposta di alcuni paesi di sospendere i brevetti sui vaccini contro il Covid-19 per aumentarne la produzione e far fronte alla diffusione della pandemia nelle aree più povere del pianeta, la palla passa ora all’Unione europea.

----

LEGGI ANCHE: Vaccini Covid e brevetti, perché gli Usa sono favorevoli alla sospensione

-----

La presidente della Commissione, Ursula von Der Leyen ha spiegato, riferisce l’Ansa, che la “Ue è pronta a discutere di come la proposta degli Stati Uniti per una deroga alla protezione della proprietà intellettuale per i vaccini Covid possa aiutare a raggiungere l'obiettivo" di affrontare la crisi globale del Covid "in modo efficace e pragmatico”.

-----

LEGGI ANCHE: 

Perché il vaccino contro il Covid-19 deve essere un bene di tutti
Niente vaccini a Paesi poveri e Greta Thunberg salta la Cop26

Fauci: "I vaccini Usa extra andranno ai Paesi poveri"

 

Merkel non è d’accordo

La voce più critica dentro la Ue è quella della cancelliera tedesca Angela Merkel: "La protezione della proprietà intellettuale è una fonte di innovazione e deve rimanere tale anche in futuro”.

Favorevole invece il presidente francese Emmanuel Macron, mentre Mario Draghi sceglie una posizione più interlocutoria e sfumata: "I vaccini sono un bene comune globale.

È prioritario aumentare la loro produzione, garantendone la sicurezza, e abbattere gli ostacoli che limitano le campagne vaccinali”. Favorevole in modo esplicito invece il ministro della Salute Roberto Speranza: "La svolta di Biden è un importante passo in avanti". Sulla stessa linea il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio: "L'Italia c'è, l'Europa non perda questa occasione e dimostri di essere unita e coraggiosa".

Le aziende farmaceutiche

Giovedì le quotazioni delle aziende farmaceutiche maggiori, secondo l’Ansa, hanno subito cali significativi nelle borse.

Farmindustria sostiene di essere "sorpresa e preoccupata" e  dice che siamo di fronte a “iniziative  che, di certo, non risolvono il problema di avere subito più vaccini". 
L’amministratore delegato di Pfizer, Albert Bourla, dice di essere "per nulla" favorevole, mentre il la tedesca BioNTech, afferma: “I brevetti non sono il fattore limitante della produzione e dell'approvvigionamento”. Sospenderli, aggiunge, non aumenterebbe “la produzione mondiale né l'approvvigionamento nel breve e medio termine".

L’Unione europea

Nell’Unione europea, secondo l’Ansa, ci sono posizioni di grande cautela. In sintesi, si dice, la questione che conta è quale sia la strada migliore da seguire per vaccinare la maggior parte della popolazione mondiale a breve termine.

Come spiega Ansa, i funzionari implicati si chiedono se la soluzione migliore sia davvero “la revoca dei brevetti sui vaccini, sapendo che per stabilire una linea di produzione occorre almeno un anno. E per la discussione al Wto ne serviranno almeno due", O se, in alternativa non sia meglio puntare a “rafforzare la capacità produttiva?”.

 

Ma se non fosse la soluzione migliore?

Conclude la sua analisi l’Ansa sottolineando come il timore fra i funzionari Ue sia che la discussione sui brevetti distolga dall’obiettivo reale. Perché le dosi, specie nei paesi più poveri, servono subito. Il progetto Covax, per l'approvvigionamento dei vaccini ai paesi a basso e medio reddito, ha ricevuto solo 53milioni di dosi rispetto ai due miliardi previsti entro l’anno. “Insomma”, conclude Ansa, “occorre donare più che liberalizzare i brevetti. Anche perché la mossa potrebbe scoraggiare la ricerca delle industrie europee e Usa, a beneficio di Russia e Cina.

I più visti

Leggi tutto su News