Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 13 maggio 2021 - Aggiornato alle 23:00
Live
  • 00:02 | Basket, playoff Serie A: Brindisi annienta Trieste 85-64 in gara 1
  • 00:01 | Basket, playoff Serie A: la Virtus stende Treviso 92-71 in gara 1
  • 20:41 | Basket, Serie A: Daye regala a Venezia gara 1, Sassari ko 92-91
  • 19:56 | Basket, Serie A: l'Olimpia Milano schianta Trento 88-62 in gara 1
  • 19:37 | Palù (Aifa): "Sì al richiamo Pfizer e Moderna a 42 giorni"
  • 19:36 | Giro d’Italia, sesta tappa e nuova Maglia Rosa
  • 19:08 | Israele-Gaza, venti di guerra
  • 18:17 | Un film sui primi giorni del coronavirus (negli USA)
  • 18:09 | “Knives Out 2”, si preannuncia un cast stellare
  • 18:00 | Covid, in Italia altri 201 morti
  • 17:58 | Il museo dedicato a Bob Dylan aprirà nel 2022
  • 17:37 | Due date live per Giordana Angi a fine 2021
  • 17:00 | Buon compleanno al principe Filippo di Svezia
  • 16:24 | J-Ax racconta l'esperienza con il Covid nel brano "Voglio la mamma"
  • 15:55 | Matteo Berrettini perde e saluta gli Internazionali d’Italia
  • 15:50 | Lorella Boccia ospita Alessandra Amoroso nel suo "Venus Club"
  • 15:13 | "N O R D", il disco d'esordio di ALFA spiegato canzone per canzone
  • 15:12 | Supplì al telefono senza carne, forse anche più buoni
  • 15:05 | Uovo in camicia: ricetta e guida per cucinarlo
  • 14:47 | Eurispes 2021, Fara: ragioniamo su 'ricostituzione' post-pandemia
Da sinistra: Chief Scientific Adviser Patrick Vallance (sinistra), primo ministro Boris Johnson, Chief Medical Officer Chris Whitty Da sinistra: Chief Scientific Adviser Patrick Vallance (sinistra), primo ministro Boris Johnson, Chief Medical Officer Chris Whitty - Credit: Toby Melville / IPA / Fotogramma
CORONAVIRUS 21 dicembre 2020

Covid, cosa sappiamo della nuova variante inglese

di Michela Cannovale

"Il Regno Unito ha subito informato l’Oms. Cosa vuol dire? Non sono buone notizie"

Come raccontavamo qui, nel Regno Unito è stata scoperta una nuova variante di coronavirus che circola più velocemente

 

"Non ci sono prove di una maggiore letalità ma sembra che si propaghi più velocemente. È tutto quello che sappiamo, ma dobbiamo agire adesso", ha spiegato il primo ministro britannico Boris Johnson mentre annunciava il nuovo lockdown natalizio a Londra e nel Sud-Est dell'Inghilterra. 

 

A causa della nuova variante, Belgio, Olanda e Italia hanno temporaneamente sospeso tutti i voli da e per il Regno Unito.

Intanto, l'Organizzazione mondiale della sanità ha fatto sapere di essere “in stretto contatto” con le autorità britanniche per le verifiche sulla mutazione. 

 

Ecco che cosa sappiamo del nuovo ceppo: 

 

- Si sa che circola più velocemente, ma Chris Whitty, a capo dell'autorità sanitaria in Inghilterra, ha precisato che non è ancora chiaro se sia anche più letale.

 

- Il ceppo è stato scoperto a metà settembre a Londra e nel Kent.

 

- Patrick Vallance, capo dei consulenti scientifici del Regno Unito, ha spiegato: "A dicembre è diventata la variante dominante a Londra. Nella settimana terminata il 18 novembre, la variante è stata individuata in un caso su quattro a Londra e nel Sud-Est dell'Inghilterra e nell'Inghilterra orientale. Nella settimana terminata il 9 dicembre, la variante è stata riscontrata nel 62% dei casi a Londra, nel 59% nell'Inghilterra orientale e nel 43% nel Sud-Est".

 

- Per quanto riguarda il rischio per gli altri Paesi, la nuova variante riscontrata nel Regno Unito "potrebbe essere presente anche all'estero", ha sottolineato Vallance.

 

- Sempre Vallace ha spiegato che "i virus mutano continuamente, ci sono molte mutazioni nel mondo. Questa è una particolare costellazione di mutamenti che riteniamo importante e pensiamo che potrebbe essere presente in altri Paesi, ma qui ve ne è una concentrazione. Potrebbe avere avuto origine qui, non lo sappiamo per certo".

 

- Giorgio Gilestro, neurobiologo e professore associato dell’Imperial College di Londra, ha scritto su Twitter: "Al momento non c'è evidenza che questi nuovi ceppi siano più letali ma è chiaro che siano più virulenti. L'Inghilterra ha subito informato l’Oms. Cosa vuol dire? Non sono buone notizie. Questi sono ceppi che si sono sviluppati per pressione evolutiva: vuol dire che appena un numero sufficiente di persone inizia ad avere anticorpi contro il virus per immunità acquisita direttamente o per via vaccinale, nuovi ceppi emergono. Sono ceppi che riescono a sfuggire alla riposta anticorpale e quindi si comportano come un virus nuovo. Riepilogando, è caldamente sconsigliato lasciare il paese; non sappiamo se la variante sia già fuori da UK né da dove arrivi. Vista la contagiosità, visto il numero di immigrati Eu a Londra, visto il periodo (Natale), temo che sia ormai scontato che questa variante si diffonderà velocemente nel resto d’Europa".

 

LEGGI ANCHE: Coronavirus, le ultime news in Italia e nel mondo

• E ANCHE: Covid, l'idea per salvare i senzatetto che arriva da Berlino

 

- Per quanto riguarda l'interazione della nuova variante con i vaccini, sempre Gilestro ha precisato: "Se vediamo che il numero di re-infezioni sale drasticamente, allora dobbiamo iniziare a temere che questa generazione di vaccini potrebbe non essere efficace come si spera. Per fortuna con questa nuova tecnologia a mRNA si fa in fretta a produrre nuove varianti di vaccini".

 

 

[Questo articolo è stato pubblicato la prima volta il 20 dicembre 2020]

I più visti

Leggi tutto su News