• News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Tecnologia
    • Gossip e Celebrità
    • Spazio Solidale
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 25 gennaio 2022 - Aggiornato alle 21:21
News
  • 21:21 | Eurocup, il Ratiopharm Ulm travolge la Virtus Bologna 84-68
  • 18:16 | Tennis, Malagò: Berrettini orgoglio azzurro, Goggia ci proverà
  • 18:11 | Udinese, ricorso respinto: resta il ko con l'Atalanta
  • 18:07 | Crisi ucraina, torna la “politica di potenza”
  • 17:50 | Covid, i dati del 25 gennaio: tasso di positività al 13,4%
  • 16:43 | Feste a Downing Street, indaga la polizia: bufera su Johnson
  • 15:31 | Australian Open, Berrettini sfiderà Nadal in semifinale
  • 15:02 | Drammatico sbarco a Lampedusa
  • 13:18 | Juventus-Vlahovic accordo in chiusura. Per Sky a 75 milioni
  • 13:15 | Vlahovic verso la Juventus, striscioni di insulti a Firenze
  • 11:26 | Con Vlahovic alla Juve, la Fiorentina si butta su Cabral del Basilea
  • 11:22 | L’Inter ci prova per Gosens
  • 10:53 | In arrivo una modifica della quarantena alle elementari
  • 10:42 | La classifica delle città più care d'Italia
  • 10:29 | Il Milan ha preso il giovane attaccante Marko Lazetic
  • 10:07 | I 35 convocati per lo stage azzurro
  • 10:00 | Fascia d'età 5-11 anni: come vanno le vaccinazioni
  • 09:52 | Per la prima volta in 3 mesi sono calati i positivi totali
  • 09:38 | Omicron, potremmo aver raggiunto il plateau della curva
  • 09:15 | Tragedia fuori dallo stadio in Coppa d’Africa
Economia in frenata: le previsioni della Banca mondiale - Credit: eutham/Unsplash
Global Economic Prospects 14 gennaio 2022

Economia in frenata: le previsioni della Banca mondiale

di Luigi Gavazzi

Preoccupano soprattutto le difficoltà dei paesi più poveri nel tornare ai ritmi pre pandemici

La Banca mondiale ha ridimensionato le previsioni di crescita dell'economia globale.
Nell'ultimo Global Economic Prospects report, pubblicato l'11 gennaio, ha fissato nel 4,1% l'aumento del pil mondiale stimato per il 2022.
Nel 2021 l'economia globale è cresciuta del 5,5%.
Per il 2023 la stima è invece del 3,2%.

Le cause della frenata dell'economia mondiale

World Bank vede dunque una frenata complessiva, che si evidenzierà già quest'anno rispetto a quanto previsto a metà dell'anno appena concluso.

I motivi sono facili da intuire:

-le varianti Covid;

-l'inflazione e i debiti;

-le disuguaglianze nel reddito che mettono a rischio soprattutto le economie dei paesi in via di sviluppo e emergenti;

-le strozzature nelle supply chain mondiali che minacciano anche la corsa degli Usa, della Cina e dell'Europa.

 


LEGGI ANCHE:

Inflazione, un semplice punto della situazione

Inflazione, ora gli Usa frenano gli stimoli monetari

 


 

Secondo la Banca mondiale, l'area euro passerà dalla crescita del 5,2% nel 2021 a un più 4,2% nel 2022 – che equivale a un meno 0,2% rispetto alle previsioni del giugno scorso –, mentre nel 2023 dimezzerà la crescita arrivando al 2,1%.

Gli Usa cresceranno del 3,7% nel 2022, la Cina del 5,1, con previsioni ridotte rispettivamente dello 0,5% e dello 0,3.

 

I paesi emergenti e in via di sviluppo

Preoccupa la Banca mondiale la divergenza fra i tassi di crescita delle economie avanzate e quelle emergenti e in via di sviluppo. 

Nelle prime la crescita passerà dal 5% del 2021 al 3,8% del 2022, e al 2,3 nel 2023, un ritmo sufficiente per riportare il prodotto e gli investimenti al trend registrato prima della pandemia.

Nelle seconde invece, la crescita dal 6,3% del 2021, scenderà al 4,6 del '22 e poi al 4,3 dl 2023: il che significa, dice la Banca mondiale, che l'output di queste economie emergenti o in via di sviluppo, resterà del 4% inferiore ai trend pre-pandemici, con alcuni paesi in maggiori difficoltà con condizioni ancora peggiori.

 


 

Fonte: Global Growth to Slow through 2023, Adding to Risk of ‘Hard Landing’ in Developing Economies - World Bank

 


I più visti

Leggi tutto su News