TimGate
header.weather.state

Oggi 07 luglio 2022 - Aggiornato alle 13:18

 /    /    /  economia inflazione stati uniti tassi di interesse fed
Inflazione, ora gli Usa frenano gli stimoli monetari

- Credit: brodanoel/unsplash

economia internazionale13 gennaio 2022

Inflazione, ora gli Usa frenano gli stimoli monetari

di Luigi Gavazzi

In dicembre indice al 7%: la Fed alzerà i tassi e si conta sullo sblocco delle supply chain

Non si ferma la corsa dell'inflazione negli Stati Uniti: in dicembre 2021, secondo i dati del ministero del Lavoro, l'indice dei prezzi è aumentato del 7% rispetto al corrispondente periodo del 2020. È dal 1982 che l'inflazione non raggiunge questi livelli.

 

Ora, dicono gli osservatori dell'economia americana, si tratta di aspettare la mossa della Federal Reserve che dovrebbe, in base anche alle dichiarazioni del presidente Jerome Powell, alzare i tassi almeno tre volte nel 2022, a partire da marzo. Potrebbe anche fare di più, come nota Paolo Mastrolilli su Repubblica, arrivando a ridurre drasticamente tutti gli stimoli monetari.

 

 


LEGGI ANCHE:

Il pacchetto di investimenti presentato da Biden

Inflazione, un semplice punto della situazione

 

 


 

L'inflazione che corre viene considerata una cattiva notizia per il presidente Joe Biden, per due motivi:

–è un ulteriore freno all'adozione del suo pacchetto da 1750 miliardi di dollari per la riforma del welfare e l'economia verde. Pacchetto messo a rischio dall'opposizione repubblicana al Senato, opposizione aiutata dal senatore democratico conservatore e amico delle lobby dell'economia "vecchia", Joe Manchin.

–In secondo luogo, l'inflazione alta potrebbe avere un impatto fortemente negativo sulle elezioni di midterm di novembre, al punto da mettere a rischio la maggioranza democratica anche alla Camera (al Senato il conto è già pari, salvo il voto di spareggio della vicepresidente Kamala Harris).

 

Allora le mosse della Fed e l'auspicato sblocco delle catene di rifornimento mondiali, messe in grave crisi dal Covid-19, potrebbero aiutare l'economia americana a frenare l'inflazione e Biden a proseguire la sua politica di trasformazione radicale del tessuto sociale.

Nel mezzo c'è anche la furiosa volontà repubblicana di limitare il voto delle minoranze negli Stati dove controllano le legislature, contro la quale stanno operando i democratici con alla testa lo stesso presidente.