TimGate
header.weather.state

Oggi 17 agosto 2022 - Aggiornato alle 10:10

 /    /    /  economia stati uniti 2021 joe biden
Economia, le sfide 2021 per gli Stati Uniti di Joe Biden

- Credit: bantersnaps/Unsplash

il futuro dell'america03 gennaio 2021

Economia, le sfide 2021 per gli Stati Uniti di Joe Biden

di Luigi Gavazzi

Il nuovo presidente dovrà arrestare il declino strutturale del Paese e ridurre le diseguaglianze

Abbiamo già visto le questioni fondamentali dell’economia che dovrà affrontare l’Europa nel 2021, ora ci occupiamo di quelle che stanno di fronte agli Stati Uniti, che dal 20 gennaio saranno guidati dalla nuova amministrazione di Joe Biden.

Pil in leggera crescita nel 2021

Per il 2021 le previsioni indicano una crescita del Pil del 4,7%, dopo che il 2020 si è chiuso con un –3,7%.

 

 

LEGGI ANCHE: L'ECONOMIA DELLA CINA NEL 2021

Invertire il declino strutturale

Tuttavia, come spiega Mario Platero su Repubblica, il compito di Biden e di tutta la società americana va ben oltre le prospettive di ripresa di breve periodo.

Si tratta invece di creare le condizioni perché accanto alla ripresa economica immediata – che dipende in misura notevole dal successo della campagna di vaccinazione contro il Covid – si avviino una serie di azioni che provino a “invertire il declino economico strutturale che dura da anni e che ha già sconquassato il Paese sia sul piano politico che su quello sociale”.

Diseguaglianza

Infatti, l’elezione di Trump nel 2016 e i suoi quattro anni di presidenza hanno evidenziato una frattura nella società americana sul piano politico ma anche, intrecciata con azioni e retroazioni di causa ed effetto, un declino economico di interi settori industriali, un indebolimento economico e psicologico di vasti segmenti della classe media, e un clamoroso aumento delle diseguaglianze.

Si tratta di condizioni che dovranno essere affrontate con decisione perché potranno causare nuove tensioni sociali sulle quali potrebbe cavalcare nuovamente un movimento di stampo populista con pulsioni autoritarie e di chiusura.

Platero cita quattro diseguaglianze contro le quali dovrà lottare Joe Biden per ridare fiducia al paese:

*la disuguaglianza patrimoniale
*la disuguaglianza di reddito
*la disuguaglianza sull’educazione
*la disuguaglianza nella malattia, davanti al Covid più che mai evidente, quasi una gigantesca metafora di ingiustizia sociale.

Welfare

Il Congresso nel frattempo ha approvato il pacchetto di aiuti da 900 miliardi di dollari; e sono già partiti gli assegni una tantum da 600 euro per i redditi più bassi, cui seguiranno assegni da 300 dollari a settimana per 11 settimane.

Lavoro

Va tenuto conto che gli Stati Uniti hanno recuperato 11 milioni dei 23 milioni di posti di lavoro persi durante la prima ondata della pandemia; tuttavia ci sono ancora 11 milioni di americani senza occupazione ed è difficile prevedere quanti di questi verranno riassunti nel 2021 con la ripresa.

Il compito gigantesco davanti a Joe Biden

Biden dovrà, dice Platero, rivedere alla base la teoria e il sentire dominante che, dalla seconda parte degli anni ‘70 in poi, ha portato l’economia a favorire in maniera sproporzionata i manager alla guida delle imprese e gli azionisti, “contro gli stakeholders”; dovrà inoltre riformare la macchina statale, compito difficilissimo in una società avvelenata dal complottismo pieno di sospetti contro il “deep state”.

Buon lavoro Joe!