Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 24 novembre 2020 - Aggiornato alle 12:03
Live
  • 12:00 | Sofia di Svezia candidata al premio “Eroi del Covid”
  • 11:54 | Napoli, Gennaro Gattuso e la sua minaccia di dimissioni
  • 10:55 | Petrelli, il 2001 che ha fatto tre gol davanti a Pirlo
  • 10:54 | Economia, le dieci questioni più importanti del 2021
  • 10:50 | Chi è Janet Yellen, Segretario al Tesoro di Joe Biden
  • 10:19 | Come il Milan intende sostituire Ibra
  • 09:57 | La Lazio aspetta lo Zenit all’Olimpico
  • 09:40 | Il via libera alla transizione tra Trump e Biden
  • 09:30 | Operazione Risorgimento Digitale: "E-commerce"
  • 06:00 | I titoli dei giornali di martedì 24 novembre
  • 22:45 | Youssoufa Moukoko è “il più grande talento del mondo”
  • 22:02 | Etiopia, l'ultimatum del premier alle forze del Tigré
  • 22:00 | Il "gol di Muntari" è il più grande rimpianto di Adriano Galliani
  • 20:57 | PayPal, in arrivo le raccolte fondi per le donazioni
  • 20:47 | Su Google Meet i gruppi di lavoro ora sono disponibili per tutti
  • 20:46 | Natale, 10 milioni di italiani pronti a partire nonostante il virus
  • 20:08 | Ride 4 è ora disponibile su tutte le piattaforme
  • 19:59 | MotoGP 2020, le pagelle del GP del Portogallo a Portimao
  • 19:30 | Margot Robbie, sarà “girl power” nel nuovo Pirati dei Caraibi
  • 19:00 | Cornetti integrali senza burro
Emmanuel Macron annuncia il lockdown nazionale a partire dal 30 ottobre Emmanuel Macron annuncia il lockdown nazionale a partire dal 30 ottobre - Credit: Pierre Teyssot / IPA / Fotogramma
CORONAVIRUS 29 ottobre 2020

Il nuovo lockdown in Francia

di Michela Cannovale

Si comincia il 30 ottobre: bar, ristoranti e negozi non essenziali chiusi fino all'1 dicembre

La Francia torna in lockdown a partire da venerdì 30 ottobre e almeno fino all’1 dicembre.

Lo ha annunciato nella serata del 28 ottobre il presidente Emmanuel Macron dopo un nuovo, drammatico aumento dei casi di coronavirus registrato nella République in sole 24 ore: 36mila contagi e 244 decessi, per un tasso di positività pari al 18,6% e 6mila pazienti attualmente ricoverati in rianimazione (ma il sistema sanitario nazionale dispone normalmente di 5mila posti in terapia intensiva, e di questo passo i ricoveri rischiano di diventare 9mila entro metà novembre).

 

Il coprifuoco non è bastato ad abbassare la curva epidemiologica. Per Macron la pandemia si sta diffondendo in Francia “a una velocità che neanche le stime più pessimistiche avevamo pronosticato. Dobbiamo dare un colpo di freno brutale al virus, o rischiamo di esserne sommersi. La seconda ondata sarà più brutale e mortale della prima”. Impossibile puntare all’immunità di gregge, ha sottolineato il presidente, poiché potrebbe portare alla morte di 400mila persone.

 

- LEGGI ANCHE: Covid-19, perché è pericoloso puntare sull'immunità di gregge

 

Ecco quindi le misure previste per il nuovo lockdown: si comincia il 30 ottobre con bar, ristoranti e negozi non essenziali chiusi perlomeno fino al primo dicembre; restano invece in funzione gli uffici e i servizi pubblici; stop alle università ma rimangono aperti gli asili e le scuole primarie e secondarie (poiché “i nostri figli non possono essere privati a lungo dell'istruzione in presenza” ha rimarcato Macron), così come le frontiere dello spazio Schengen; vietati i raduni pubblici e gli spostamenti da una regione all’altra a meno che non si debba rientrare alla propria residenza o domicilio; mentre, nel rispetto dei protocolli sanitari, possono continuare i cantieri del settore edilizio, la produzione nelle fabbriche e le aziende agricole.

 

Ogni quindici giorni verrà fatto il punto della situazione per eventualmente alleggerire le misure in vigore o aggiungerne di nuove.

 

“Spero che potremo celebrare il Natale. Dobbiamo restare uniti e solidali e non cedere al veleno delle divisioni. Serve umiltà, in Europa siamo tutti sorpresi dall'evoluzione del virus”, ha detto il leader francese. Ma non si è sbilanciato di più.

 

- LEGGI ANCHE: Le prossime restrizioni per evitare il lockdown in Italia

I più visti

Leggi tutto su News