TimGate
header.weather.state

Oggi 04 ottobre 2022 - Aggiornato alle 15:08

 /    /    /  I motivi della guerra infinita tra israeliani e palestinesi
I motivi della guerra infinita tra israeliani e palestinesi

- Credit: Ashraf Amra \ Apaimages / Ipa-Agency.Net / Fotogramma

Mondo07 agosto 2022

I motivi della guerra infinita tra israeliani e palestinesi

di Valeria Bariotti

I bombardamenti su Gaza e le elezioni israeliane in autunno

 

Che sta succedendo in Medio Oriente? Ce lo spiega l'inviato della Bbc in Medio Oriente, Jeremy Bowen: "Sono stati gettati i semi del prossimo conflitto".  Come spiega la Bbc, ci sono molte questioni su cui israeliani e palestinesi non sono d'accordo:
- le colonie israeliane nella Cisgiordania devono essere rimosse?
- la città di Gerusalemme deve essere spartita tra israeliani e palestinesi?
- ma soprattutto: può nascere un vero stato palestinese a fianco di quello di Israele?

Da oltre vent'anni i colloqui di pace si svolgono su questi temi. Ma non è mai stata trovata una soluzione.
Continua, invece, a intermittenza, la guerra.

Le parti sono sempre le stesse: da un lato Israele, dall'altro i palestinesi che vivono a Gerusalemme Est, in Cisgiordania (a est del fiume Giordano) e nella Striscia di Gaza, sul mare.

Il territorio di Gaza, come noto, è governato da Hamas, partito politico e paramilitare che da anni combatte contro Israele. 

Gli israeliani controllano i confini della Atriscia, per evitare che Hamas possa importare armi.

A questo, dicono dalla Bbc, aggiungiamo la minaccia, per ora scongiurate, di sfratto di famiglie palestinesi da Gerusalemme Est.

In più ci sono le elezioni: in autunno, a novembre, in Israele si vota ancora. Per la quinta volta in tre anni. Il paese è in campagna elettorale. E i rapporti con i palestinesi sono di certo uno dei principali temi discussi dai candidati a prendere il potere. 

Così, in questi giorni, sono proseguiti gli attacchi aerei israeliani su Gaza, la cosiddetta operazione "Breaking Dawn". E Hamas ha risposto: le sirene antiaeree sono tornate a suonare nelle città israeliane più prossime alla Striscia. Fino alla prossima tregua. Ma quanto durerà?