TimGate
header.weather.state

Oggi 03 ottobre 2022 - Aggiornato alle 12:20

 /    /    /  Germania, perché la Spd chiede il ritiro della bomba atomica
Germania, perché la Spd chiede il ritiro della bomba atomica

Angela Merkel- Credit: Stefan Boness / IPA / Fotogramma

IL DIBATTITO05 maggio 2020

Germania, perché la Spd chiede il ritiro della bomba atomica

di Michela Cannovale

“Trump è troppo imprevedibile, non siamo al sicuro”

Nel bel mezzo della pandemia da coronavirus, in Germania esplode quello che il Corriere della Sera definisce non a torto uno “strano dibattito”: i leader della Spd chiedono che vengano ritirate le bombe atomiche e tutte le armi nucleari americane dal Paese.

 

Secondo il capogruppo Rolf Muetzenich, infatti, il fatto che gli ordigni Usa siano ancora presenti sul territorio tedesco non rappresenta affatto un sistema di “dissuasione dal loro utilizzo”, come sostenuto dalla Nato, ma avrebbe anzi “l’effetto opposto”. Perché? Soprattutto a causa dell’imprevedibilità di Donald Trump, “il quale ha detto chiaramente – ha spiegato Muetzenich – che i sistemi nucleari non hanno più una funzione di deterrenza ma sono armi con cui si può combattere una guerra”.

 

Così la pensano anche i due co-presidenti della Spd, Norbert Walter-Borjans e Saskia Esken (ma anche la Linke, i Verdi e la maggioranza dell’opinione pubblica). Esken, in particolare, ha twittato: “Armi atomiche sul nostro territorio o a bordo di aerei tedeschi non sono né un fine strategico né una cosa auspicabile, per non parlare dei costi”.

 

La loro proposta non avviene a caso, ma perché il govertno deve mandare in pensione i cacciabombardieri “Tornado” in grado di trasportare anche missili atomici.

 

- LEGGI ANCHE: Perché la Germania sta vincendo la battaglia contro il virus

 

La posizione (contraria) della Cdu

L’idea di una denuclearizzazione, tuttavia, è stata bocciata dagli esponenti conservatori della (partito di Angela Merkel). Il segretario generale Paul Ziemiak l’ha addirittura definita “politicamente miope”, mentre per il deputato Andreas Nick è una proposta “irresponsabile” dal momento che la Germania fa parte della Nato e sul ruolo del deterrente atomico dell’Alleanza era un tempo d’accordo anche la Spd.


La Polonia come alternativa

Per gli americani, comunque, non sarebbe un problema spostare le loro armi nucleari dalla Germania all’adiacente Polonia. Ma questo, ricorda il Corriere della Sera, “verrebbe percepito dalla Russia come una provocazione e porterebbe sicuramente a un aumento della tensione in tutta l’Europa centro- orientale”, oltre che “un’ulteriore minaccia alla sopravvivenza della Nato”.

 

- LEGGI ANCHE: I punti controversi del summit della NATO