TimGate
header.weather.state

Oggi 15 agosto 2022 - Aggiornato alle 00:00

 /    /    /  L'artiglieria ucraina in difficoltà per le munizioni
Perché l'artiglieria ucraina è in difficoltà con le munizioni

Orikhiv, regione di Zaporizhzhia, Ucraina, giugno 2022- Credit: Smoliyenko Dmytro/Ukrinform/ABACA / ipa-agency.net / Fotogramma

la guerra di putin28 giugno 2022

Perché l'artiglieria ucraina è in difficoltà con le munizioni

di Carlo Savelli

Stanno finendo i proiettili delle scorte ex sovietiche e per usare le nuove forniture servono nuovi cannoni Nato

Con la guerra che è sempre più uno scontro tra artiglierie, la scarsità di munizioni da parte ucraina rischia di diventare una questione decisiva.

Come spiega Peter Beaumont sul Guardian, nella battaglia per il Donbass l'esercito di Kiev ha fatto finora affidamento su munizioni per l'artiglieria che sono in gran parte frutto delle scorte del periodo sovietico e che quindi sono di un calibro differente da quelle fornite dagli Usa e dalla Nato.

Ora che queste munizioni iniziano a scarseggiare e Kiev deve affidarsi a quelle occidentali, gli ucraini però chiedono agli alleati di rifornirli anche di nuova artiglieria compatibile con le munizioni Nato.
L'arrivo di nuove armi è però giudicato lento rispetto ai bisogni ucraini.

Leggi anche:
- Speciale, la guerra russa in Ucraina
- Ucraina, perché Kiev punta sulla riconquista di Kherson
- Ucraina, la guerra elettronica ora può diventare decisiva

In un momento del conflitto in cui gli ucraini devono 'razionare' le munizioni, sparandone 6mila al giorno contro le circa 60mila russe, questo rischia di risultare decisivo.

L'altro problema nella transizione ai sistemi Nato riguarda l'addestramento: Kiev sta ricevendo sistemi come gli M777 155mm Howitzer e i lanciarazzi multipli a gittata maggiore come gli Himar statunitensi, ma molti soldati ucraini ancora non li sanno utilizzare.